Calvert – Lewin, troppe triplette. “Ho i palloni nel bagagliaio e non so dove metterli…”

Ancelotti ha trovato il suo centravanti. Calvert – Lewin trascina l’Everton in Carabao Cup.

di Redazione Il Posticipo

Ancelotti ha trovato il suo centravanti. E che bomber. Calvert – Lewin trascina l’Everton in Carabao Cup con una nuova tripletta. Un giocatore trasformato rispetto all’attaccante potente ma macchinoso della scorsa stagione. Il ragazzo ha spiegato quale sia il segreto. Ancelotti gli ha semplicemente detto di non giocare troppo il pallone ma di cercare la rete con un solo tocco e di restare più all’interno dell’area di rigore. Consigli mandati a memoria e… i risultati si vedono.

SOGNO  – Il ragazzo, come riportato da Liverpool Echo, continua a volare basso. “Mi sto godendo un momento di forma straordinario. Sto giocando un calcio molto essenziale. Sfrutto le occasioni che capitano, credo sia il mio compito mettere più palloni possibili in porta”. Il ragazzo vive un sogno. E per lui potrebbero presto schiudersi le porte della nazionale. Una coppia Calvert – Lewin – Kane farebbe tremare qualsiasi difesa europea. “Giocare per la nazionale inglese è un sogno, ma non posso decidere io se farne parte. Io devo semplicemente continuare a fare gol come mi sta riuscendo in questo momento in campo”.

TRIPLETTA – Da Calvert Lewin a Calvert… Lewa, per la confidenza che sta prendendo con le triplette, il passo è molto breve. “Mi sono piaciuti tutti i gol che ho messo a segno. Credo che sia molto bello quello che stia accadendo e che tutto ciò che succede in campo provenga dal nostro impegno. Abbiamo ottimi giocatori, in grado di creare occasioni da qualsiasi posizione del campo e questo logicamente mi aiuta molto. Non ho mai avuto dubbi sulla possibilità di vincere la partita. Adesso dobbiamo continuare su questa strada”. Resta da trovare un posto per tutti questi palloni. “Uno è ancora nel bagagliaio della mia macchina. Ora ne ho un altro. Troverò presto un posto adatto per conservarli. Uno a casa mia, l’altro a casa dei miei genitori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy