Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldo e Messi, insieme mai. Calderon: “Ferguson lo offrì al Barcellona ma lui non ne volle sapere”

(Photo by David Ramos/Getty Images)

L'ex presidente del Real Madrid Ramon Calderon sarà ricordato per sempre come colui che ha portato al Bernabeu Cristiano Ronaldo che... declinò l'idea dei andare al Barcellona.

Redazione Il Posticipo

Qualcuno ipotizza che CR7 possa giocare con Messi al PSG qualora Mbappé lasciasse subito Parigi per andare al Real. Difficile, considerando che il portoghese ha già... declinato l'offerta qualche anno fa.  L'ex presidente del Real Madrid Ramon Calderon, almeno rispetto ad altri colleghi come Florentino Perez, non ha vinto tantissimo quando ha guidato la Casa Blanca. Ma per lui conta assai di più un'altra cosa: l'essere ricordato per sempre come colui che ha portato al Bernabeu Cristiano Ronaldo. Certo, il portoghese è poi stato presentato dal suo successore, ma la trattativa per strapparlo al Manchester United l'ha messa su Calderon. Che qualche tempo fa, all'emittente libanese Al Mayadeen spiega che non è stato affatto semplice aggiudicarsi il calciatore. Colpa dei Red Devils, ben poco intenzionati a cederlo, ma anche di Sir Alex Ferguson

DIFFICILE - "La trattativa con il Manchester United è stata difficile, perché loro ovviamente non volevano perdere il giocatore, però Ronaldo aveva già raggiunto un accordo con me. Voleva venire al Real Madrid". Tra gli oppositori maggiori del passaggio alle Merengues del portoghese c'è Ferguson, che lo ha preso giovanissimo dallo Sporting Lisbona e lo ha trasformato in un Pallone d'Oro. E piuttosto che vederlo finire al Bernabeu, lo scozzese tenta una mossa disperata. "Non voleva che venisse da noi: il Real Madrid non gli era simpatico, lo vedeva come un club che aveva conquistato tutto quello che lui avrebbe voluto conquistare. Il Manchester United ha vinto tanto, il Real molto di più. Ecco perché lo ha offerto al Barcellona".

PENALE - L'idea di vedere Cristiano Ronaldo giocare assieme a Leo Messi, però, dura un istante, perché lo juventino dei blaugrana non ne vuole sapere. E ha degli ottimi motivi, compresa una pesantissima penale nel caso il trasferimento al Real Madrid fosse saltato. "Però Cristiano ha messo subito le cose in chiaro, dicendo che aveva già firmato un accordo con Ramon Calderon per andare al Real Madrid. E così è stato. In quell'occasione avevamo stipulato anche una clausola secondo la quale, se una delle due parti non avesse rispettato l'impegno, avrebbe dovuto pagare 30 milioni di euro all'altra". Alla fine la penale non è servita e per 94 milioni di euro Cristiano è volato a Madrid. E il resto è storia…e trofei.