Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Calcio inglese in lutto: è morto George Cohen, leggenda del Fulham e vicecapitano dell’Inghilterra del 1966

Calcio inglese in lutto: è morto George Cohen, leggenda del Fulham e vicecapitano dell’Inghilterra del 1966 - immagine 1
Dopo la delusione della Coppa del Mondo in Qatar, il calcio inglese subisce un altro duro colpo. È venuto a mancare a 83 anni George Cohen, ex calciatore della nazionale di Sua Maestà, nonchè vice-capitano della rosa che nel 1966 ha vinto il...

Redazione Il Posticipo

Dopo la delusione della Coppa del Mondo in Qatar, in cui i Tre Leoni sono stati eliminati ai quarti di finale dalla Francia, il calcio inglese subisce un altro duro colpo. Come racconta il DailyMail, è venuto a mancare a 83 anni George Cohen, ex calciatore della nazionale di Sua Maestà, nonchè vicecapitano della rosa che nel 1966 ha vinto il Mondiale casalingo. Nato a Fulham, Cohen ha legato indissolubilmente il suo nome alla squadra del suo quartiere, giocando tutta quanta la carriera a Craven Cottage. Per lui, terzino destro tra il 1956 e il 1969, sono arrivate 459 presenze con la maglia del Fulham (solo cinque calciatori hanno fatto meglio di lui nella storia del club), conditi da sei gol.

Il miglior terzino inglese di sempre

—  

L'unico trofeo della sua carriera è però arrivato con la maglia dell'Inghilterra ed è di quelli che contano parecchio: la Coppa del Mondo 1966. Cohen è entrato nelle rotazioni di Sir Alf Ramsey a partire dal 1964, in seguito all'infortunio del titolare Jimmy Arnfield, ma ha convinto immediatamente il CT, che lo ha reso fondamentale nel suo 4-4-2 senza ali (la Wingless Wonder) che ha portato i Tre Leoni alla vittoria nella kermesse giocata in casa. Per lui con la nazionale 37 presenze, senza però mai riuscire a segnare neanche un gol. Nonostante questo, proprio Ramsey lo ha definito il miglior terzino di sempre della storia della nazionale inglese e anche uno come George Best gli ha reso onore, considerandolo l'avversario più ostico mai affrontato.

E ora restano in cinque...

—  

Proprio il Fulham, che qualche anno fa ha inaugurato una statua di Cohen davanti a Craven Cottage, ha guidato con un comunicato i tributi dei club di Sua Maestà al campione del mondo 1966. "Tutte le persone legate al Fulham Football Club sono tristissime nell'apprendere della morte di uno dei nostri migliori giocatori di sempre, nonchè di un gentiluomo come George Cohen. Un one club man, George ha giocato 459 volte con i suoi amati Whites, oltre ad aver ottenuto 37 presenze con l'Inghilterra, con cui ha vinto la Coppa del Mondo nel 1966". E ora, con l'addio a Cohen, restano solamente in cinque i calciatori ancora in vita di quel trionfo storico: Sir Bobby Charlton, che combatte da qualche anno con la demenza, Geoffrey Hurst, che ha da poco visto il suo record di unico calciatore a segnare una tripletta in finale eguagliato da Mbappè, George Eastham, Terry Paine e Ian Callaghan.