calcio

Calcio fermo, ma molti giocatori non avrebbero comunque lavorato… tranne Fazio

Redazione Il Posticipo

Tornando in casa Roma, Francesco Totti sognava, da piccolo, di essere un benzinaio. Sia per l’odore del carburante che gli piaceva moltissimo, sia per il “portafoglio” dell’addetto al distributore. Il piccolo Francesco, nella sua ingenuità, era convinto che quel lavoro rendesse ricchissimi perché vedeva le tasche piene di banconote.

Potresti esserti perso