calcio

Le vite dei calciatori controllate dai tifosi sui social: pro e contro

Nella settimana del mancato rinnovo di Donnarumma e del delirio social da esso scatenato, dell’interrogarsi sul fatto che sul calcio non ci sono più le bandiere, delle accuse di tradimento e le relative polemiche, arrivano delle importanti...

Elisa Ferro Luzzi

Nella settimana del mancato rinnovo di Donnarumma e del delirio social da esso scatenato, dell'interrogarsi sul fatto che sul calcio non ci sono più le bandiere, delle accuse di tradimento e le relative polemiche, arrivano delle importanti dichiarazioni di Roberto Gagliardini, in ritiro con l'Under 21 insieme al portiere del Milan. "Lo vedo carico e sereno, come tutti noi pensa di fare un bel torneo. Non è influenzato da fattori esterni, non so cosa sia successo tra lui e la società” ha dichiarato il centrocampista dell'Inter. Che si è poi lanciato in una pericolosissima dichiarazione: "Oggi ci sono meno bandiere che in passato, mi piacerebbe diventare un simbolo nerazzurro". Nell'epoca del calcio senza bandiere, appunto, nella settimana del tradimento di Gigio, di queste parole i tifosi nerazzurri hanno già fatto lo screenshot da ritirare fuori quando Gagliardini avrà accettato una qualche milionaria offerta chissà dove.

Gagliardini e l'ira social dei tifosi per Juve-Barca

 Il fermo immagine di Gagliardini durante Juve-Barca che ha fatto infuriare i tifosi[/caption]  Cosa è successo quella sera? Gagliardini, dopo l'allenamento, decide di rispondere sì all'invito di tre amici:  sono alcuni delle frasi "dolci" rivolte al brasiliano. Commenti che qualsiasi tifoso nella sua vita da tifoso sicuramente ha fatto, ma che una volta non arrivavano proprio a tutti e soprattutto non ai giocatori. Che oggi vedono e leggono tutto, ma è anche vero che pubblicando qualsiasi cosa sui vari profili sono perfettamente consapevoli di poter diventare oggetto di qualsiasi tipo di critica.  [caption id="attachment_48449" align="aligncenter" width="600"] Dani Alves re di Instagram
tutte le notizie di