Calciatori e prostitute, i racconti di Lord Bendtner: “È un fenomeno molto diffuso, persino il giorno prima della partita in posti dimenticati da Dio”

Nicklas Bendtner, genio e sregolatezza. Non stupisce dunque che la sua autobiografia, intitolata “Both sides” sia proprio un elogio di questa doppia natura. E in alcuni passi del suo libro, l’ex juventino parla…di prostitute.

di Redazione Il Posticipo

Nicklas Bendtner, per tutti “Lord Bendtner”. Uno che non è esattamente il prototipo del calciatore ideale, almeno per chi deve evitare le sue follie. Nel danese, genio e sregolatezza si fondono alla perfezione: un centravanti capace di segnare caterve di gol in giro per il mondo, ma anche di beccarsi una multa per aver mostrato delle mutande sponsorizzate dopo una rete all’Europeo o di finire in carcere dopo una lite con un tassista. Non stupisce dunque che la sua autobiografia, intitolata “Both sides” sia proprio un elogio di questa doppia natura. Il Sun riporta alcuni passi del libro dell’ex juventino in cui Bendtner parla…di prostitute.

PERCHÈ – Spiegando che i colleghi che negli anni sono finiti in scandali che coinvolgevano professioniste del sesso sono solo stati….sfortunati. Perchè in fondo lo fanno tutti, o quasi. “Si tratta di un fenomeno molto diffuso nel calcio professionistico. Alcuni sono stati beccati, ma credetemi, tutti quanti nel calcio hanno sentito di qualcuno che lo fa, specialmente in Inghilterra, dove è tradizione raccontare alla squadra le proprie storie intime”. Ma perchè pagare, quando una stella del calcio non dovrebbe avere difficoltà a conoscere ragazze? Lord Nicklas ha la sua teoria. “Pagare una prostituta è meno rischioso di portarti a casa una ragazza che conosci in giro. E se sei una persona infedele,, difficilmente rischi di farlo con una ragazza ‘normale’. Non quando sei un calciatore”.

HOTEL – La questione è semplice: i rischi che si corrono sono troppi, soprattutto dal punto di vista mediatico.”So di molti incidenti che riguardano prostitute, ma so di altrettanti tentativi di estorsione attraverso i social. Parliamo di persone che che escono la sera che si concedono facilmente ma poi ti fotografano mentre dormi o mentre sei nudo. E quando hanno quelle foto, possono chiederti cose per farle stare zitte e lo fanno”. Cosa che non dovrebbe accadere con delle professioniste… “Non è esattamente sicuro al 100% che si comportino bene, ma le prostitute hanno un business da proteggere. Quindi sì, sono stato testimone in prima persona di calciatori che hanno assunto prostitute, anche il giorno prima di una partita durante il ritiro in hotel in luoghi dimenticati da Dio”. Saranno felici gli allenatori delle sue ex squadre…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy