Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Calciatori, a volte rivali ma anche grandi amici: Chiellini e Bonucci e tutti gli altri…

BUDAPEST, HUNGARY - NOVEMBER 04: Giorgio Chiellini and Leonardo Bonucci of Juventus gestures during the UEFA Champions League Group G stage match between Ferencvaros Budapest and Juventus at Groupama Arena on November 04, 2020 in Budapest, Hungary. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images )

Giorgio e Leo, la coppia che ha fatto felice l'Italia. Chiellini e Bonucci non sono solo compagni di reparto, ma anche e soprattutto amici. I bianconeri, comunque, non sono certo gli unici ad aver stabilito un legame fortissimo fuori dal campo...

Redazione Il Posticipo

GIORGIO E LEO

—  

Certo, passare insieme una vita (calcisticamente parlando), aiuta a creare un legame forte. Come quello tra Bonucci e Chiellini, che hanno guidato la nazionale alla vittoria all'Europeo. Due che per loro stessa ammissione sono diversissimi, sia in campo che fuori, ma che si completano e sono assolutamente inseparabili. Basterebbe pensare che il capitano azzurro ha spiegato che dopo la finalissima lo attendevano le vacanze...assieme al suo compagno di reparto. I due hanno raccontato spesso la loro amicizia anche con Barzagli, altro simbolo della BBC, aggiungendo anche che...la terza B, quella di Gigi Buffon, è altrettanto fondamentale. I due bianconeri, comunque, non sono certo gli unici ad aver stabilito un legame fortissimo fuori dal campo. E ci sono storie che dimostrano che persino giocare in squadre rivali non cambia le cose...

ORANJE

 (Photo by Fred Lee/Getty Images)
—  

"Noi siamo amici, la rivalità è tra le nostre squadre". Pensieri e parole di DeLigt, che in nazionale si ritrova fianco a fianco con il compagno di reparto DeVrij. Ma nonostante Juventus e Inter siano in lotta per lo scudetto, tra i due non c'è certo lo scontro frontale che storicamente contraddistingue i rapporti tra i due club. Questo nonostante, escludendo dal ballottaggio Van Dijk, il fatto che giochi uno di solito significa panchina per l'altro. "Ovviamente entrambi vogliamo giocare, ma allo stesso tempo vogliamo e speriamo di fare bene se uno di noi gioca al posto dell’altro. I media vogliono ci sia una rivalità tra noi, ma non è così, siamo amici".

AMICI

 (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
—  

"Paul è un mio amico, lo ammiro come persona ancora più che come calciatore. Ho avuto la possibilità di condividere grandi cose con lui e spero di poterle ripeterle un giorno". Un invito chiaro e tondo a tornare a giocare assieme. Del resto, quando si sono incontrati alla Juventus, Dybala e Pogba erano due ragazzi ancora giovani, che non hanno fatto fatica a trovare nell'altro un animo simile. Da lì è nata un'amicizia che la distanza tra Torino e Manchester non ha minimamente scalfito.

BACIO MONDIALE

 (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)
—  

Podolski e Schweinsteiger, campioni del mondo assieme nel 2014. Un momento da festeggiare con...un bacio. I due tedeschi, nonostante spesso in carriera non si siano trovati dalla stessa parte del campo, hanno stretto un rapporto solidissimo ai tempi del Bayern. E non c'è modo migliore di celebrare il punto più alto della propria carriera calcistica, se non con...il migliore amico. Uno scatto che ha fatto il giro del mondo e che testimonia l'affetto che lega i due tedeschi.

INSEPARABILI

 (Photo by Mike Hewitt/Getty Images)
—  

Quella tra Zlatan Ibrahimovic e Maxwell è un'amicizia che ha radici profonde, che risalgono ai tempi dell’Ajax. Si parla dunque di quindici anni, fra l’altro vissuti molto spesso insieme, condividendo spogliatoi e trofei. Insieme all’Ajax, all’Inter e anche al Barcellona e al PSG. Una coppia davvero inseparabile, a cui è mancato rispettivamente il Pallone d’Oro e un mondiale per essere completamente appagati professionalmente.

AMICI DI INFANZIA

 LEUVEN, BELGIUM - MARCH 24: Jan Vertonghen of Belgium in action during the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between Belgium and Wales at King Power at Den Dreef on March 24, 2021 in Leuven, Belgium. Sporting stadiums around Belgium remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)
—  

Quella tra Moussa Dembele e Jan Vertonghen è un’amicizia nata sui campi di gioco, nel verso senso della parola. I due si conoscono da quando avevano dieci anni, quando erano poco più che bambini, condividevano le prime partite e non pensavano di diventare campioni affermati. Adesso sono inseparabili e sono certi di poter contare l’uno sull’altro anche se le strade ora si sono divise-

LA PULCE E IL PORTIERE

 (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

—  

Più che amici, fratelli. Pinto è tra i calciatori del Barcellona quello con cui Messi ha stretto l'amicizia più duratura. Lo spagnolo è arrivato in blaugrana nel 2008, quando Messi si stava affermando grazie al suo immenso talento e poteva essere spaventato dall’idea che la sua avventura al top potesse finire prima di iniziare. In Pinto ha trovato un porto sicuro. E non lo ha lasciato più, nonostante l'ex terzo portiere dei blaugrana abbia lasciato il calcio nel 2014.

CUORI CATALANI

 (Photo by Quinn Rooney/Getty Images)
—  

Cesc Fabregas e Gerard Pique, un'amicizia nata in cantera, alla Masia, e suggellata da una carriera straordinaria per entrambi. Che curiosamente sono stati divisi...dall’Inghilterra. Pique rientra in tempo alla base da Manchester per vincere tutto insieme al suo amico del cuore, che poi lascia il Barcellona per il Chelsea e ora gioca al Monaco. I due hanno una foto cui tengono particolarmente: quella della vittoria mondiale in Sudafrica.

GIALLONERI

 (Photo by Maja Hitij/Bongarts/Getty Images)
—  

Chi ha detto che i tedeschi sono freddi? Anche i teutonici hanno un cuore e quando decidono di aprirsi è enorme. Per informazione chiedere a Reus e Gotze, che formano una delle coppie di amici più inseparabili. Un unione nata ai tempi del Dortmund e cementificatasi negli anni. Entrambi martoriati dagli infortuni, si fanno spesso forza a vicenda. E Reus, quando Mario era in procinto di tornare a Dortmund, ha detto "se dovessi spendere tutti i soldi che ho per riaverlo accanto a me, lo farei immediatamente".

AMICIZIA ROSSO FUOCO

 (Photo by Jan Kruger/Bongarts/Getty Images)
—  

Lo dice la parola stessa. You’ll never Walk Alone. E nel Liverpool Steven Gerrard e Xabi Alonso hanno spesso camminato e...corso insieme. Coppia di lotta e di governo del centrocampo del Liverpool, capace di arrampicarsi in cima all’Europa. Poi le strade si sono separate e Alonso è andato prima a Madrid e poi a Monaco di Baviera ma non ha mai dimenticato Gerrard. E viceversa.