Paraguay, amore gay tra presidente e calciatore

L’omosessualità nel calcio continua ad essere un tabù. E la comparsa di una foto del presidente di una squadra paraguaiana a letto con un suo calciatore ha scatenato una serie infinita di polemiche.

di Redazione Il Posticipo

L’omosessualità nel calcio continua, purtroppo, ad essere un tabù. Nonostante l’impegno della FIFA e delle singole Federazioni nel cercare di migliorare la situazione, quello del pallone resta un mondo in cui fare coming out è difficile e quasi certamente controproducente. Sarà anche e soprattutto per questo che il caso che coinvolge la squadra paraguaiana del Rubio Ñu sta avendo una certa rilevanza in Sudamerica. La comparsa su di una pagina Facebook di una foto del presidente della squadra, Antonio González, abbracciato a letto con il calciatore Bernardo Caballero ha infatti scatenato una serie pressochè infinita di polemiche. Ma sotto c’è una storia di amore, ricatti e procuratori.

Un amore proibito

Andiamo per ordine. Le fotografie incriminate, che ritraggono presidente e giocatore in atteggiamenti intimi, sarebbero parte di una strategia da parte dell’entourage del calciatore per screditare la figura del presidente. Ma González non è rimasto a guardare e ha utilizzato anche lui la rete per chiarire la questione. Senza mezzi termini, in due video pubblicati su Youtube, González ha descritto Caballero come il suo fidanzato, raccontando di come lo abbia scoperto in un quartiere malfamato e gli abbia praticamente dato tutto ciò di cui aveva bisogno. Un giovane che, parole del presidente, ha trovato rifugio nelle braccia di un povero vecchio.

L’idillio rotto dal procuratore

Da questa relazione molto speciale Caballero ha avuto il suo bel tornaconto, dato che González ha raccontato alla testata paraguaiana Hoy che il calciatore aveva tutti i privilegi possibili, tra cui macchine di lusso e, chiaramente, la benedizione presidenziale per ciò che riguardava la sua carriera nel Rubio Ñu. Poi però Caballero ha deciso di lasciare il club e da lì la situazione ha cominciato ad andare a rotoli. Colpa, almeno a sentire González, del nuovo procuratore del ragazzo, un tale Valentín, che avrebbe convinto il giovane a lasciare la squadra e a forzare la mano con il suo ormai ex compagno attraverso la fuoriuscita delle foto incriminate.

Contratto stracciato e consiglio ai calciatori gay

Quello che probabilmente Caballero ed il suo agente non si aspettavano è che González potesse reagire in questa maniera. Una ammissione sincera di un rapporto che nel mondo del calcio è considerabile perlomeno come scabroso, con tanto di scenata davanti alle telecamere. Già, perchè il presidentissimo ci tiene a ricordare al suo ex una cosa: un uomo sa essere mille volte più geloso di una donna. E quindi, dopo aver proceduto ad insultare Valentín in maniera abbastanza colorita, González ha strappato in mille pezzi il contratto del calciatore, aggiungendo che farà tutto ciò che è in suo potere per far sì che Caballero non possa più giocare a pallone in vita sua. Una telenovela inaspettata, perlomeno per le tematiche, ma che di certo farà discutere in tutto il mondo su un argomento, l’omosessualità nel calcio, che coinvolge molti giocatori segretamente gay. per i quali González ha un consiglio: di uscire allo scoperto. Non qualcosa di semplice, ma almeno lui ha dato, nel suo piccolo, l’esempio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy