Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Calciatore egiziano nei guai: lui gioca la Coppa d’Africa, ma manda un amico…a fare un esame al posto suo!

Calciatore egiziano nei guai: lui gioca la Coppa d’Africa, ma manda un amico…a fare un esame al posto suo! - immagine 1

Mostafa Mohamed cerca di coniugare lavoro e studi, ma saltare le date per gli esami a causa della Coppa d'Africa deve essergli sembrato veramente una gran scocciatura, considerando che… ha mandato un suo amico al suo posto!

Redazione Il Posticipo

Per un calciatore indossare la maglia della propria nazionale è sempre un vanto, figurarsi quando di mezzo c'è un torneo internazionale. Nonostante le tante polemiche, i giocatori non hanno mai avuto dubbi sul fatto che la Coppa d'Africa si dovesse disputare e c'è addirittura chi ha rischiato di litigare con il proprio club pur di andare a rappresentare il proprio paese nel torneo in Camerun. Di fronte a una competizione così sentita, tutto passa in secondo piano. Sicuri? Beh, c'è una storia che arriva dall'Egitto che mette tutta la questione sotto un'altra luce. Perché di certo la Coppa d'Africa è più importante dei campionati, ma lo è anche della carriera universitaria? Forse no.

COPPA D'AFRICA - A dimostrarlo ci sono le notizie che riguardano Mostafa Mohamed, calciatore del Galatasaray e della nazionale egiziana, finito al centro di un caso nazionale proprio mentre sta disputando il torneo. Come spiega MundoDeportivo, l'attaccante cerca di coniugare lavoro e studi, visto che è iscritto all'Istituto Superiore di Management e Tecnologia dell’Informazione. Dovendo scegliere tra la convocazione per la Coppa d'Africa e la sessione d'esami, l'egiziano non ha ovviamente avuto dubbi ed è partito assieme a Salah e al resto della squadra alla volta del Camerun. Eppure, saltare le date per gli esami deve essergli sembrato veramente una gran scocciatura, considerando che… ha mandato un suo amico al suo posto per sostenere una delle prove.

BECCATO! - Peccato che la giocata, se così si può definire, non è che gli sia riuscita benissimo. La testata spagnola spiega infatti che al momento di sostenere l'esame, il sostituto di Mostafa Mohamed è stato smascherato. Da quanto riportano i media egiziani, il ragazzo ha confessato di essersi presentato solo ed esclusivamente per aiutare un amico, salvo poi aggiungere che non era la prima volta che faceva una cosa del genere, visto che ha già passato tre esami al posto del calciatore. E mentre in patria viene aperta un'investigazione per capire se il giovane ha ricevuto denaro per il suo aiuto, Mostafa Mohamed non rilascia dichiarazioni e si prepara per la partita con la Costa d'Avorio. Ma chissà che questa strana storia non gli porti un cartellino rosso…almeno all'università!