Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cagliari in crisi. Di Francesco: “La squadra si smarrisce alle prime difficoltà”

PARMA, ITALY - DECEMBER 16: Eusebio Di Francesco head coach of Cagliari Calcio gestures during the Serie A match between Parma Calcio and Cagliari Calcio at Stadio Ennio Tardini on December 16, 2020 in Parma, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

La posizione del tecnico è meno solida.

Redazione Il Posticipo

Carbone nella calza per il Cagliari di Eusebio Di Francesco che incassa una sconfitta pesantissima contro il Benevento. Al di là del risultato, la squadra, ancora una volta rimontata, è sembrata vittima degli atavici errori in fase difensiva e di un nervosismo crescente, culminato nel finale giocato in inferiorità numerica.  E contro ogni più cattiva previsione, i sardi si trovano invischiati in piena zona retrocessione. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

CROLLO - Il Cagliari non vince ormai da nove partite. Doveva essere la sfida della svolta, invece Di Francesco ha perso una partita che spinge la squadra sull'orlo del baratro. Si deve parlare di salvezza. "Eravamo partiti bene, avevamo in mano la partita poi è arrivato il loro 1-2. Poi abbiamo modificato modulo tattico e baricentro. Credo sia il momento di analizzare le cose con freddezza e lucidità. Mi spiace rimanere in dieci, è evidente che la delicatezza della situazione mina sicurezza e autostima. Non esiste che una squadra si possa smarrire alle prime difficoltà. Dobbiamo lavorare sull'aspetto mentale. Il secondo gol mi fa davvero arrabbiare.  Nainggolan e Godin hanno esperienza e carisma per darci una grande mano anche perché nel finale abbiamo sbagliato anche ad andare dietro alle perdite di tempo del Benevento che a pensare a giocare".

MERCATO - L'ambiente non aiuta.  Di Francesco è nel mirino della critica e la sensazione è che serva intervenire sulla squadra per evitare che la situazione peggiori. "A volte i calciatori pensano di poter risolvere le partite da soli ed è un errore. Siamo una squadra in difficoltà ma non possiamo smarrirci alle prime difficoltà. Quando mettiamo in campo le nostre conoscenze dimostriamo di essere all'altezza. Per quanto riguarda il mercato, appare evidente che ci sia bisogno di qualche aiuto, ne ho parlato con la società. Abbiamo poche soluzioni in mezzo al campo".