Cagliari, Di Francesco: “Non sono un integralista. Ritocchini a gennaio? Sognare non guasta”

Il tecnico traccia un primo bilancio della sua stagione.

di Redazione Il Posticipo

Il Cagliari nella parte sinistra della classifica. E poi chi sa. Eusebio Di Francesco, dopo un inizio complicato, sembra aver trovato la formula giusta per la sua squadra. E in una intervista rilasciata all’Unione Sarsa, il tecnico analizza questa prima parte di stagione.

INIZIO – Le prime settimane sono state alquanto complicate. “Siamo partiti con difficoltà legate al calendario, poche possibilità di fare amichevoli e una preparazione ridotta rispetto alle mie abitudini. Sapevo che sarebbe servito del tempo, ora ci stiamo conoscendo meglio. Credo che in classifica abbiamo i punti che ci meritiamo e rappresentino lo specchio di quanto espresso sinora”.

QUADRA – Il tecnico ha trovato la quadra “rinnegando” il suo 4-3-3. Di Francesco però rivendica la sua flessibilità. “Al di là del modulo, l’importante è trasmettere qualcosa ai ragazzi durante la settimana. E preso atto delle difficoltà e analizzate le caratteristiche della squadra ho scelto una strada diversa. Non sono un integralista”. E neanche totalmente soddisfatto. “Non difendiamo ancora come piace a me. Con la Sampdoria abbiamo subito poco, ma sapevo che avrei segnato.

PROSPETTIVE – Si riprende senza più soste sino a Natale.  Un miniciclo che potrà definire ambizioni e prospettive del Cagliari. Anche in chiave mercato. “In vista di gennaio faremo delle valutazioni. Non voglio mandare messaggi, sto lavorando sul gruppo e mi concentro su quello che ho. I ragazzi mi stanno dimostrando grande applicazione. Parlare di obiettivi è prematuro ma sognare non guasta. La rosa ampia, a volte, non aiuta. Trenta giocatori sono troppi. La quantità è relativa, conta la qualità. Perdere qualcuno a gennaio fa parte del gioco, ma farò di tutto perché questa squadra si sfaldi meno possibile”. Il futuro dice Juventus. “Vedremo con chi andremo a Torino. Si fatica a preparare una gara così delicata senza tanti giocatori, ma ho comunque voglia di misurarmi con una corazzata così”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy