Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cagliari contestato, Joao Pedro: “Mi aspettavo un calo, ma non così. Ne usciremo”

Il Cagliari non riesce a trovare continuità: ancora una sconfitta contro il Napoli. L'involuzione inizia a essere preoccupante. Arriva la contestazione.

Redazione Il Posticipo

Da fortino a terra di conquista. Il Napoli vendica la sconfitta dell'andata e passa in Sardegna, dove vincere non è più così complicato. I sardi non vincono ormai da  due mesi. Ultima affermazione, il 2 dicembre dell’anno scorso. Da allora, undici partite senza vincere. E sette sconfitte. Quanto basta per essere preoccupati. Sono arrivati anche i fischi e la contestazione.

CRISI -  Il Cagliari precipita in classifica e l'Europa inizia ad allontanarsi.L'involuzione è evidente.Non è azzardato, con questi numeri, parlare di crisi. Joao Pedro analizza così la sfida ai microfoni di Sky Sport: "Un momento complicato dopo l'andata. Sapevo che sarebbe anche arrivato un momento negativo. Noi stiamo dando tutto. Serve dare qualcosa in più per uscirne. La contestazione fa parte del gioco, dobbiamo ripartire. Siamo riusciti a mettere in difficoltà il Napoli ma non abbiamo fatto risultato".

UNITI - Ancora una volta il Cagliari fatica a costruire in fase offensiva e inizia anche a prendere gol. "Serve ritrovare la voglia. Abbiamo corso tanto, contro una squadra molto forte come il Napoli. Dobbiamo ripulire la testa e cercare di dare il massimo. Eravamo consapevoli che un calo sarebbe potuto arrivare, ma ripartiremo. Era difficile mantenere il passo del girone d'andata, ma nessuno si aspettava una striscia negativa così lunga. Siamo un gruppo di bravi ragazzi, molto uniti e aspettiamo Pavoletti, tornerà più forte di prima".