Cafu incorona Vinicius: “Può essere il nuovo Cristiano Ronaldo, ma…”

Vinicius ha tutte le possibilità del mondo, ma fare paragoni, anche pesanti, ora diventa controproducente. Questo il discorso di Cafu, che prevede un futuro roseo per il suo giovane connazionale. A patto che il ragazzino ci metta del suo.

di Redazione Il Posticipo

In Brasile si fa presto a dire “crack”. Spesso, quando un ragazzino promettente si mette in mostra, arriva subito qualcuno che gli appioppa un’etichetta. E quindi c’è sempre il nuovo Kakà, il nuovo Thiago Silva, persino il nuovo Ronaldo Nazario. Poi spesso accade che questi giovani non rispettino le attese, il che dimostra che ci vuole calma e capacità di giudizio prima di stabilire quanto un teenager possa dare al calcio. È un po’ questo il discorso che fa Cafu in un’intervista a Fox Sport. Vinicius Jr ha tutte le possibilità del mondo, ma fare paragoni, anche pesanti, ora diventa controproducente.

NUOVO CR7 – “Vinicius farà sicuramente bene nel Real Madrid, però ancora non può essere considerato un crack. E non si può certo ancora paragonare a Cristiano Ronaldo. Cristiano è Cristiano, con tutta la storia nel Real Madrid che il portoghese si porta appresso. Ronaldo ha vinto tutto al Bernabeu. Vinicius ha certamente tutto per seguire le sue orme, può diventare il nuovo Cristiano Ronaldo, ma dovrà sudare e faticare parecchio per far sì che ciò accada”. Questo il parere dell’ex terzino di Roma, Milan e Brasile, uno che di campioni in campo ne ha visti parecchi e che intravede in Vinicius il potenziale per essere il migliore.

LAVORO – Ma ciò non potrà avvenire senza impegno e lavoro costante, come gli hanno del resto già fatto capire al Real Madrid. Nonostante il parere di Rivaldo, che come riport Marca ha dichiarato che non capisce perchè Vinicius non ha giocato con la squadra…dei grandi sin dall’inizio, forse il periodo al Castilla è davvero servito al brasiliano per ambientarsi. Ma anche per capire che, persino dall’alto dei 45 (o più) milioni spesi per lui, non avrebbe ricevuto nessun trattamento di favore. E poi con la seconda squadra Vinicius ha fatto un incontro che gli può cambiare la carriera a Madrid, quello con Solari. Certo, probabilmente il verdeoro non si aspettava di ritrovarselo a dirigere la prima squadra, ma meglio così. Il talento c’è, ora ci sono anche le occasioni. E come dice Cafu, per prendersi il mondo manca solo il sudore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy