Busquets, il rinnovo è ufficiale: clausola da 500 milioni di euro!

Busquets, il rinnovo è ufficiale: clausola da 500 milioni di euro!

Il…premio fedeltà per Sergio Busquets, da dieci anni colonna del Barcellona è arrivato e si chiama rinnovo. Per lo spagnolo c’è un nuovo contratto fino al 2023, con tanto di clausola rescissoria proibitiva.

di Redazione Il Posticipo

La notizia era nell’aria, ma l’ufficialità è arrivata attraverso il sito ufficiale del Barcellona. Il…premio fedeltà per Sergio Busquets, da dieci anni colonna del Barcellona è arrivato e si chiama rinnovo. Per lo spagnolo c’è un nuovo contratto fino al 2023, quando il classe 1988 avrà 35 anni. E così, come i suoi ex compagni di squadra e modelli calcistici Xavi e Iniesta, a meno di clamorose rivoluzioni il centrocampista passerà tutta (o quasi) la sua carriera con addosso la maglia blaugrana. Una bella notizia per i tifosi catalani, che magari non cancellerà la delusione per la sconfitta subita contro il Leganes, ma che di certo tranquillizzerà sulla permanenza di Busquets al Camp Nou.

CLAUSOLA MONSTRE – Già, perchè lo spagnolo è chiaramente molto richiesto e qualsiasi squadra farebbe follie pur di strapparlo al Barcellona. E ora, con la firma arrivata sul nuovo accordo, ci vorrà davvero un’offerta fuori mercato per attivare la clausola rescissoria di Busquets. Clausola che sale dai 200 milioni pattuiti nel precedente contratto a 500 milioni di euro, andando ad affiancarsi a quella di Umtiti, Piquè e Sergi Roberto, la cui libertà contrattuale è “valutata” mezzo miliardo. Una cifra che può sembrare assurda, ma visto il caso Neymar, quando 222 milioni non sono bastati a tenere alla larga il Paris Saint-Germain, e dato che in Spagna la clausola è obbligatoria, meglio andare sul sicuro.

DI CASA – Un rinnovo praticamente annunciato, perchè pochi altri calciatori sono “di casa” al Camp Nou quanto Sergio Busquets. Suo padre Carles è stato portiere del Barcellona per un decennio, prima alle spalle di Zubizarreta e poi di Vitor Baia, inanellando nel frattempo anche due stagioni da titolare a metà degli anni Novanta. E dopo il ritiro Busquets senior ha continuato a lavorare per il club blaugrana come preparatore dei portieri, mentre il giovane Sergio si faceva le ossa nelle squadre giovanili. Ora il ragazzino è diventato un veterano, con all’attivo 490 presenze con il club, e da quando Guardiola gli ha assegnato la maglia da titolare nel 2008, nessuno gliel’ha più tolta. E ora se qualcuno vorrà cambiargliela, ci vuole mezzo miliardo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy