Burdisso:”Messi? Fortissimo ma non da solo. Dybala deve formarsi, CR7 lo aiuterà”

Burdisso ai microfoni di RMC Sport Network durante la trasmissione “Maracanà”. Il centrale difensivo, attualmente svincolato, va a ruota libera…

di Redazione Il Posticipo

Burdisso a tutto campo. L’ex difensore del Torino, ora svincolato, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Maracanà” su RMC Sport Network, affrontando vari argomenti: dall’Argentina agli argentini, sino al campionato, cui vorrebbe far parte…

MONDIALE – Si inizia con il flop della nazionale albiceleste ai mondiali. Burdisso ha una sua spiegazione: “Ai mondiali c’è stata molta disorganizzazione, sia in campo che fuori. La nazionale ha tanto talento ma nel calcio di oggi non basta, serve anche una programmazione. Siamo in uno stato di confusione generale.  A volte, le situazioni non dipendono direttamente dai calciatori”.

MESSI – Burdisso ha un’idea precisa anche su Messi: era lecito attendersi di più dalla Pulce. “Con lui ho fatto due Mondiali, è un calciatore fortissimo ma non può fare tutto da solo: va aiutato, gli va creato un contesto adatto intorno. È molto rammaricato per questo fallimento della Nazionale“.

DYBALA – Il mondiale deludente non ha inciso sul mercato in Italia. Gli argentini restano numerosi. Burdisso ne analizza le prospettive. “Dybala? Per lui sarà un anno molto importante. Ha fatto bene lo scorso anno, ma ha bisogno di formarsi definitivamente e mi aspetto che Ronaldo, in questo senso, possa essere l’uomo giusto per aiutare Paulo a compiere il definitivo salto di qualità”.

LAUTARO – Oltre alla Joya, la colonia argentina si è arricchita di un nome nuovo: Lautaro Martinez. “Milito me ne ha parlato benissimo. In generale l’Inter ha diminuito il gap, è migliorata tantissimo: penso che potrà essere la rivale principale della Juventus anche perché ha un allenatore molto preparato come Spalletti

BELOTTI – E poi c’è un bomber che appare in difficoltà e che Burdisso conosce bene. Belotti. “Andrea è un attaccante di altissimo livello. Lo scorso anno credo avesse troppe cose in testa: in determinati frangenti ha voluto strafare. In questo momento è sicuramente più tranquillo e sono certo che la sua grande carica agonistica tornerà ad essere un punto di forza per la squadra. È un grande attaccante ed ha un grande futuro davanti a sè

FUTURO – Burdisso è attualmente senza squadra: ha parlato anche del suo addio al Toro. “Il mio addio al Torino? Sarei rimasto volentieri. Non ho alcun rimpianto perché sono reduce da un anno molto positivo. Adesso mi sto allenando a Torino, sto cercando qualcosa di motivante: vorrei giocare per qualcosa di importante. Vorrei chiudere la mia carriera vincendo, cosa che ho sempre fatto all’Inter, alla Roma e al Boca Juniors”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy