Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Burdisso incorona Gasperini: “Il suo è disordine organizzato. Ha caratteristiche che ho visto solamente in Bielsa”

Nel calcio post-lockdown, la forma pazzesca di Gomez, De Roon e compagni sta avendo sempre più spazio quando si parla di calcio italiano. Al punto che persino in Argentina si parla di Gasperini. E a farlo è una vecchia conoscenza del tecnico e...

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta fa miracoli e le sue imprese...fanno il giro del mondo. Le prestazioni della Dea hanno cominciato ad essere sottolineate anche al di fuori dell'Italia. Prima i nerazzurri sono diventati delle stelle grazie alla clamorosa qualificazione alla fase a eliminazione diretta di Champions League e alla conseguente demolizione del Valencia agli ottavi di finale. E ora, nel calcio post-lockdown, la forma pazzesca di Gomez, De Roon e compagni sta avendo sempre più spazio quando si parla di calcio italiano. Al punto che persino in Argentina si parla di Gasperini. E a farlo è una vecchia conoscenza del tecnico e di tutto il calcio italiano.

DOMINGUEZ - Nicolas Burdisso, attualmente direttore sportivo del Boca Juniors, ha lavorato con il tecnico dell'Atalanta per tre anni quando entrambi erano al Genoa. E al momento dei saluti, quando l'allenatore ha fatto le valigie verso Zingonia, è stato uno dei senatori del Grifone a ringraziare Gasp per quanto fatto assieme. Normale dunque che l'argentino abbia di lui un buon ricordo, al punto da...intervenire in una discussione sui social che riguarda la Dea. L'ex difensore Sebastian Dominguez, otto presenze con l'Albiceleste, parlando della partita contro il Brescia ha scritto: "Show dell'Atalanta. Non ci sono posizioni fisse. Come mi ha detto una volta Vicente Muglia: occupazione razionale degli spazi. Calcio totale".

DISORDINE ORGANIZZATO - Un bel complimento, a cui si è accodato Burdisso parlando con l'ex compagno di nazionale. "Ho giocato tre anni con Gasperini, lo conosco a memoria. Il suo è 'disordine organizzato'. Ha caratteristiche che ho visto solamente in Bielsa. È chiaro nei suoi principi di gioco, vuole avere il controllo della partita, è coraggioso e migliora i calciatori, mettendoli nelle condizioni migliori per giocare e segnare". I risultati dell'Atalanta, del resto, danno ragione all'analisi di Burdisso. La Dea ha il miglior attacco del campionato e un rendimento da scudetto. Al punto che un tifoso argentino, tra il serio e il faceto, chiede: "Nico, vuoi mica portarlo al Boca?". Ipotesi non proprio semplice, ma certamente affascinante...