Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bundesliga, nasce il…lodo Moukoko: diminuisce l’età minima per scendere in campo, via libera ai sedicenni

La Deutsche Fußball Liga spiega di aver deciso di mettere mano a una regola che negli ultimi mesi era stata molto discussa. Facile attendersi quindi che il 6 novembre o giù di lì, il Borussia Dortmund porterà perlomeno in panchina Youssoufa...

Redazione Il Posticipo

Il calcio, almeno quello in campo è fermo, colpito come tutte le altre attività dalla pandemia di coronavirus. Ma questo non significa che tutto ciò che circonda lo sport più seguito del mondo non debba andare avanti. E quindi è sempre ora di calciomercato, ma anche di modifiche regolamentari. Difficile dire se e quando questa stagione terminerà, ma a partire dalla prossima ci saranno nuovi cavilli a cui appigliarsi e nuove norme da seguire. Soprattutto in Germania dove, approfittando dello stop, la Deutsche Fußball Liga spiega attraverso un comunicato ufficiale di aver deciso di mettere mano a una regola che negli ultimi mesi era stata molto discussa.

16 ANNI - Si abbassa dunque l'età minima per scendere in campo in partite di Bundesliga e di Zweite Liga. Se prima bisognava aver raggiunto i 16 anni e 6 mesi, ora basterà soffiare su 16 candeline per essere convocabili e schierabili. Facile attendersi quindi che il 6 novembre o giù di lì, il Borussia Dortmund porterà perlomeno in panchina Youssoufa Moukoko, la stella delle giovanili del club giallonero. Un calciatore così inarrestabile contro i suoi coetanei che il club ha sempre deciso di schierarlo parecchio sotto età, senza che questo abbia inficiato i suoi numeri pazzeschi, che al momento parlando di 34 reti in 20 partite con l'Under 19.

REGOLA AD HOC? - Il cambiamento va ad uniformare la Bundesliga agli altri grandi campionati europei, ma da molti è stato visto come un vero e proprio "lodo Moukoko", nato principalmente con l'intento di permettere al Borussia di spedire in campo il prima possibile colui che sembra destinato ad essere una delle stelle del calcio tedesco dei prossimi decenni. Paradossalmente, l'esordio del centravanti giallonero non toglierà il record di precocità a nessun club. Il primatista al momento è infatti un altro ex Borussia Dortmund, Nuri Sahin. Il centrocampista, attualmente al Werder Brema, è infatti sceso in campo nella stagione 2005/06 season a 16 anni, 11 mesi e un giorno. Eccezionale, certo. Ma non quanto Moukoko...