Bundesliga, l’attaccante dell’Augsburg sbaglia un rigore…perchè manca il pubblico: “Maledette partite a porte chiuse!”

Bundesliga, l’attaccante dell’Augsburg sbaglia un rigore…perchè manca il pubblico: “Maledette partite a porte chiuse!”

In molti in Germania si sono lamentati dei match senza tifosi, spiegando che l’atmosfera fa parecchio per rendere speciale qualsiasi partita. Che qualcuno però se la prendesse con gli spalti vuoti per un errore in campo, doveva ancora accadere. Ma bastava aspettare il quinto turno della Bundesliga post-coronavirus…

di Redazione Il Posticipo

In Germania le chiamano “le partite fantasma” e non sono per nulla apprezzate. Per un campionato come la Bundesliga, che fa del pubblico rumoroso e sempre presente uno dei suoi vanti, l’idea di giocare a porte chiuse non può essere presa bene. Ma la situazione è quella che è e, se si voleva tornare a scendere in campo con il Covid-19 ancora in circolazione, non c’erano alternative. In molti, comunque, si sono lamentati dei match senza tifosi, spiegando che l’atmosfera fa parecchio per rendere speciale qualsiasi partita. Che qualcuno però se la prendesse con gli spalti vuoti per un errore in campo, doveva ancora accadere.

PORTE CHIUSE – Ma bastava aspettare il quinto turno della Bundesliga post-coronavirus per ascoltare anche qualcosa del genere. Il protagonista è Florian Niederlechner, attaccante dell’Augsburg, che ha sbagliato un calcio di rigore nel match della sua squadra contro il Colonia. E dalle sue dichiarazioni post-partita, riportate da Goal, risulta evidente che la colpa…è della mancanza del pubblico. “Ho fatto il peggior errore che un rigorista possa fare. Maledette partite a porte chiuse!”. Cosa c’entrano con l’errore? Semplice. Niederlechner stava per tirare il penalty, quando il silenzio gli ha permesso di sentire un calciatore del Colonia che spiegava al portiere Horn che l’attaccante di solito calcia nell’angolo destro.

SCEMO – E dopo aver ascoltato lo scambio tra i due, Niederlechner ha deciso di cambiare angolo. Ma Horn si è gettato dal lato giusto e ha parato il rigore, mantenendo il risultato sullo 0-0. Alla fine la partita è terminata 1-1, con un rapido botta e risposta nei minuti finali, ma l’attaccante dell’Augsburg non riesce a darsi pace. “Io calcio sempre sulla destra, ogni volta. Ma in questo caso mi sono fatto influenzare dalla situazione. Spesso e volentieri sono l’eroe, stavolta sono stato uno scemo”. Chissà, forse con il pubblico di casa in delirio per il rigore appena assegnato, Niederlechner non avrebbe sentito cosa si sono detti gli avversari. Ma con i se e con i ma non si fa la storia. Con le partite a porte chiuse, invece, evidentemente sì…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy