Gigi Buffon, ventitre anni di parate e parole

La carriera di Buffon non passa solo attraverso le grandi parate, ma anche tra le parole che l’hanno accompagnata.

di Redazione Il Posticipo

PORTIERE

MILAN-PARMA984

Non certo un ruolo come tutti gli altri. Ci vuole qualcosa di speciale per decidere di mettersi tra i pali e prendersi sulle spalle la responsabilità di tutta la squadra. Portiere si nasce, non si diventa. E Buffon, modestamente…lo nacque!

Un portiere deve essere masochista. Come ruolo può essere paragonato all’arbitro. Ha il potere di comandare ma può solo subire gol, non può segnare, e deve sopportare offese continue. La psicologia dovrebbe studiare questo ruolo così contraddittorio. Per me fare una papera è uno shock. Ci metto giorni a riprendermi. Invidio chi ne commette di più. Lo shock non è così grande.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy