calcio

Buffon, Courtois ma non solo: porte girevoli, quando le gerarchie del numero uno si rovesciano

Redazione Il Posticipo

Sempre al Milan, in tempi più recenti, la porta ha girato di nuovo. Era il 2015: Diego Lopez titolare, Abbiati secondo e terzo... un ragazzino chiamato Donnarumma. Lopez alterna buone e pessime prestazioni, Abbiati non dà più le stesse garanzie di un tempo, così Sinisa Mihajlovic azzarda. Il ragazzo convince ma è ancora troppo presto. Passa qualche mese e la condizione degli altri due portieri convince il tecnico a dare le chiavi della porta al sedicenne. Ora, però, per il futuro Donnarumma dovrebbe stare attento: non c'è due senza tre!

Potresti esserti perso