Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Buenos Aires, il 10 marzo c’è la marcia per Diego: “Non è morto, lo hanno ucciso. Vogliamo giustizia”

(Photo by Alejandro Pagni - Pool/Getty Images)

Dallo scorso novembre, non c'è stato giorno in Argentina in cui non si sia pensato al Diez o parlato di lui. E poi c'è l'inchiesta sulle ultime ore di Diego. Cosa è successo davvero il giorno in cui Maradona è morto? Tutti vogliono saperlo, la...

Redazione Il Posticipo

L'Argentina fatica ancora a riprendersi dalla morte del suo idolo. Da quando lo scorso novembre Diego Armando Maradona ha lasciato il calcio e il mondo intero orfani del suo genio, non c'è stato giorno in cui dalle parti di Buenos Aires non si sia pensato al Diez o parlato di lui. Del resto, come ha fatto notare senza mezzi termini Martin Palermo, non è che Dio smetta di esistere da un giorno all'altro. E quindi Maradona è ancora assolutamente argomento di interesse, soprattutto per quel che riguarda le conseguenze della sua morte. In primis l'eredità, con parecchie parti in causa che vogliono una parte del patrimonio del Pibe de Oro. E poi c'è l'inchiesta sulle ultime ore di Diego.

MARCIA - Una situazione confusionaria, su cui è ancora complicato fare davvero luce. Di tanto in tanto spuntano dichiarazioni, audio di whatsapp e chissà che altro per accusare questo o quel protagonista della faccenda. E tutti quanti, neanche a dirlo, vanno in televisione a raccontare la propria versione della storia, lasciando gli argentini con il dubbio. Cosa è successo davvero il giorno in cui Maradona è morto? Tutti vogliono saperlo, la verità deve venire fuori. E quindi, a furor di popolo, ecco la "marcia per Diego". Come spiega Olè, si sta organizzando un evento pubblico all'Obelisco, uno dei monumenti più importanti di Buenos Aires, per chiedere "giustizia" per il Pibe de Oro. "Non è morto, lo hanno ucciso", spiegano i cartelli che pubblicizzano l'evento.

 MAR DEL PLATA, ARGENTINA - NOVEMBER 10: Diego Maradona, head coach of Gimnasia y Esgrima La Plata, gestures before a match between Aldosivi and Gimnasia y Esgrima La Plata as part of Superliga 2019/20 at Estadio Jose Maria Minella on November 10, 2019 in Mar del Plata, Argentina. (Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)

COLPEVOLI - Che, nell'idea degli organizzatori, dovrebbe tenersi il 10 marzo. "Tutti all'Obelisco, per chiedere che i colpevoli vengano giudicati e condannati". Insomma, l'atmosfera non è delle più tranquille. Ad avere l'idea, spiega il giornale argentino, è stato un gruppo chiamato Pueblo Maradoniano, a cui si sono uniti La Diego Maradona e il Comando Maradona. Tutti uniti nel dolore per la perdita di Diego, ma anche e soprattutto nella rabbia per tutto quello che sta emergendo riguardo gli ultimi giorni di vita del Diez. Tra accuse ai medici, all'avvocato Morla e alla famiglia, nessuno ci sta capendo più nulla. Ecco perchè la gente comune vuole mettere in chiaro una cosa: Diego è stato ucciso. E chi ha colpe, deve pagare. Più facile a dirsi che a farsi.