Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bruno Fernandes è… CR7-dipendente: “Nove volte su dieci cerca di dargli il pallone e se non ci riesce…”

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United celebrates with Bruno Fernandes after scoring their side's second goal during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

L'ex centravanti del Chelsea Gudjohnsen ha sottolineato come il trequartista del Manchester United sembri più concentrato a modulare il suo gioco su quello che serve a CR7 che a quello di cui ha bisogno la squadra...

Redazione Il Posticipo

Qual è stato l'impatto di Cristiano Ronaldo al Manchester United? Difficile a dirsi, perchè il portoghese continua a segnare e a togliere le castagne dal fuoco ai Red Devils, lo ha fatto con Solskjaer e ha cominciato anche con Rangnick. Ma le sue prestazioni non bastano al club, che si ritrova in una situazione non eccellente. E più di qualcuno comincia a sostenere che le conseguenze negative del ritorno del cinque volte Pallone d'Oro siano più di quelle positive. Dopo il celebre giornalista Jonathan Wilson arriva anche l'ex attaccante del Chelsea Eidur Gudjohnsen a sostenere che il portoghese possa essere diventato un problema. In particolare per quanto riguarda Bruno Fernandes, che da quando è arrivato il suo connazionale non sembra più lo spesso.

DIPENDENZA - L'ex centravanti, parlando a MBL, ha sottolineato come l'ex Novara, Udinese e Sampdoria sembri più concentrato a modulare il suo gioco su quello che serve a CR7 che a quello di cui ha bisogno la squadra. Una sorta di...dipendenza. "È come se Fernandes stesse sempre cercando Cristiano Ronaldo. Nove volte su dieci cerca di passarla a lui e se non ci riesce diventa impaziente e comincia a provare a fare cose molto complicate. Ricordando il modo in cui giocava quando ha iniziato la sua esperienza al Manchester United, vogliamo vedere di più da lui". Considerando che il trequartista ha segnato appena cinque gol, tre dei quali arrivati prima del ritorno del numero 7 a Old Trafford, forse l'islandese non ha tutti i torti. E non è il solo a pensarla così.

BULLIZZATO - Qualche tempo fa, anche l'ex calciatore dello United Paul Parker, parlando a Betfair, aveva detto una cosa molto simile. "Il punto principale per me è Bruno Fernandes: credo che sia stato manipolato dal ritorno di Cristiano Ronaldo e che questo lo stia condizionando. Sta permettendo a se stesso di essere bullizzato mentalmente se fa le cose buone che faceva prima. Non prende in mano le partite come faceva prima, non crea opportunità, lo guardi e ti chiedi 'come mai?'. E la risposta è una sola, perchè sente di doversi adattare a Ronaldo. E credo che alcuni altri giocatori la vivano così. Ma con lui si nota in particolare, perchè è stato fondamentale per lo United prima di questa stagione". Insomma, un problema non da poco, che sta a Rangnick provare a risolvere.