Brevetto Pickford: la formula per i rigori è scritta sulla…bottiglietta

Come a scuola. Quando c’è un compito difficile meglio arrivare preparati e…sbirciare gli appunti. Pickford si scrive sulla borraccia i nomi dei rigoristi e le soluzioni che sono soliti scegliere. Con la Croazia non è servito, ma il metodo è brevettato.

di Redazione Il Posticipo

In un esame da dentro o fuori, meglio farsi trovare preparati. Sin nei minimi particolari. Evidentemente Pickford, il portiere della nazionale inglese, ha mandato a memoria il consiglio. Da professionista esemplare ha studiato a fondo gli avversari e per evitare che gli sfuggisse qualcosa, si è portato gli…appunti in campo.

BOTTIGLIA – Il particolare è stato colto dal Daily Mail. Il portiere dell’Everton si è scritto sulla borraccia i nomi degli avversari. Non certo scelti a caso. Anzi. Per ogni possibile rigorista croato, una specifica. Sul dorso della bottiglia, erano scritti sia i nomi dei calciatori che avrebbero potuto calciare un eventuale penalty, sia la direzione del tiro e la modalità di esecuzione. Del resto non è neanche la prima volta che succede.

METODO – Questione di approccio. Brevettato, fra l’altro. Pickford ha utilizzato questo metodo sia nella sfida contro gli Stati Uniti di qualche giorno, sia, soprattutto, in Russia. E la scelta ha pagato. Nella drammatica sfida con la Colombia, risolta solo dagli undici metri, l’estremo difensore dell’Inghilterra ha utilizzato i suoi appunti per respingere la conclusioni di Bacca e…farsi beffare da Falcao che ha calciato in modo diverso dal solito.

SUCCESSI – Negli ultimi due match giocati con la Nazionale gli appunti si sono rivelati superflui, ma non certo per questo Pickford interromperà…gli studi. Il riscontro della bontà del suo impegno è evidente. Ha già parato ben tre calci di rigore in questa stagione, l’ultimo su Milivojevic nella sfida contro il Crystal Palace. Prodezze che gli sono valse l’attenzione del Manchester United. Secondo quanto riporta il tabloid inglese, alcuni emissari dei Red Devils sarebbero già pronti con una offerta importante qualora De Gea decidesse di lasciare l’Old Trafford. Anche perché oltre alle doti di pararigori, ne apprezzano anche la capacità di stare fra i pali e di partecipare all’azione come giocatore di movimento aggiunto. Pickford continui a prendere appunti e a superare esami. Laurearsi campione della Nations League potrebbe essere un lasciapassare fondamentale per la sua carriera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy