Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Brentford nella storia e… nell’economia. Prima volta in Premier League e… 180 milioni di euro

LONDON, ENGLAND - MAY 29: Pontus Jansson of Brentford lifts the Sky Bet Championship Play-off Final trophy in celebration with team mates after victory in the Sky Bet Championship Play-off Final between Brentford FC and Swansea City at Wembley Stadium on May 29, 2021 in London, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Una vittoria che fa la storia... e l'economia.

Redazione Il Posticipo

Brentford nella storia. I goal di Toney e Marcondes permettono alla squadra del distretto londinese di archiviare in meno di un tempo la pratica Swansea in finale di Championship. I biancorossi sbarcano in Premier per la prima volta e tornano nella massima serie inglese dopo 74 anni. Cancellati cinque anni di amarezze, quante le edizioni consecutive di play off perse. Una vera e propria maledizione. Questa volta il cammino è stato trionfale. Battuto il Bournemouth in semifinale. E a Wembley, le "api" hanno celebrato il loro attesissimo pomeriggio di gloria:  2-0 lo Swansea. Il club ha immediatamente postato la realizzazione del sogno postando un tweet sul profilo ufficiale della società che celebra l'impresa a cifra tonda. Il Brentford sarà la 50esima squadra diversa a giocare in Premier la decima della capitale.

SOLDI - Felicità, perché l'anno prossimo le api giocheranno assieme ai grandi. Anche l'amministrazione del club però, 180 milioni di buone ragioni per esultare. Già, perché approdare in Premier League significa parecchie entrate. E vincere la finale dei playoff, soprannominata "la partita più ricca del mondo", significa incassare circa 180 milioni di euro in 90 minuti. Merito della ricchissima Premier League, che tra diritti TV, merchandising e indotto è per distacco il campionato più lucrativo del mondo. Al punto che vincere il play-off della Championship porta, secondo i calcoli di Deloitte Sports Business Group, alla squadra promossa è infatti garantito un minimo di circa 110 milioni dai pagamenti annuali della Premier, a cui vanno aggiunte altre variabili come la posizione finale in classifica.

PARACADUTE - Ma non è tutto, perché anche una immediata retrocessione in Championship dopo un solo anno tra i grandi, in qualche maniera, riuscirà a far sorridere i contabili dei club. Il regolamento infatti prevede che per evitare, come accaduto spesso, guai alle squadre retrocesse dopo la perdita degli introiti della Premier, vi sia un "paracadute" post retrocessione della durata di tre stagioni. E quindi chi  torna subito in Championship riceve anche altri soldi. Cifre davvero astronomiche. Dunque, una vittoria che conta molto in tutti i sensi. E in questo caso, in barba ai vecchi detti, i soldi e la felicità possono coincidere eccome.