Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bravo, i rigori parati contro il Portogallo e una frecciata a CR7: “Qualcuno voleva calciare per ultimo e prendersi la gloria…”

Claudio Bravo è un simbolo della nazionale cilena, con cui ha vinto da capitano la Copa America nel 2015 e nel 2016. E ha qualcosa da raccontare sulla semifinale di Confederations Cup 2017. Quel giorno, contro il Portogallo, il portiere para...

Redazione Il Posticipo

A 37 anni compiuti, Claudio Bravo continua ad essere un portiere molto considerato. Del resto, se in carriera hai giocato con il Colo Colo, la Real Sociedad, il Barcellona e il Manchester City, qualcosa vorrà pur dire. Il cileno ora è il secondo di Ederson, ma è stato l'estremo difensore titolare del Barcellona che nel 2015 ha vinto il Triplete (anche se in Champions giocava Ter Stegen). E soprattutto, è un simbolo della Roja, con cui ha vinto da capitano la Copa America nel 2015 e nel 2016. Da campione continentale, il Cile è volato alla Confederations Cup del 2017, persa in finale contro la Germania. Ma su quel torneo, Bravo ha qualcosa da raccontare.

NOTTE MAGICA - In occasione del suo compleanno, EPSN ha postato un video in cui si ricordava la semifinale, in cui i sudamericani hanno battuto ai rigori il Portogallo di Cristiano Ronaldo, campione in carica d'Europa. In quell'occasione Bravo ha addirittura parato tutti e tre i rigori avversari, trasformando la partita in una delle migliori prestazioni della sua carriera. Normale dunque che il portiere abbia deciso di ripostare il video sul suo profilo Twitter, ma ha aggiunto un pizzico di polemica. "Un giorno vi racconterò la storia completa del sorteggio prima dei calci di rigore e vi spiegherò perchè abbiamo iniziato noi a calciare".

ULTIMO RIGORISTA - Cosa c'è di misterioso su un sorteggio? Bravo lo fa intuire... "C'era un calciatore avversario che voleva calciare per ultimo e prendersi la gloria". Il cileno non fa il nome, ma il quinto della lista del Portogallo era...Cristiano Ronaldo, intenzionato a essere colui che avrebbe mandato in finale il Portogallo con il quinto e solitamente decisivo tentativo. Peccato che il cinque volte Pallone d'Oro, a calciare il suo rigore non ci arrivi proprio, perchè il portiere è in serata di grazia. Vidal segna il primo penalty, mentre Quaresma si fa ipnotizzare. Aranguiz porta ulteriormente avanti la Roja, mentre anche Moutinho che si fa parare il tiro dal dischetto. Al terzo rigore Sanchez fa centro e Nani completa la disfatta portoghese. Una bella soddisfazione per Bravo, anche perchè, nonostante fosse già passato al Manchester City, di certo gli anni di rivalità con il Real di CR7...non si dimenticano facilmente.