Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Brasile, il Covid-19 ferma subito il campionato: match saltato a dieci minuti dal calcio di inizio per 10 giocatori positivi

(Photo by Alexandre Schneider/Getty Images)

Nonostante la pandemia di coronavirus, in Brasile il calcio va avanti. E dopo i campionati statali ricomincia il Brasilerao. Anzi, ricomincia per modo di dire, perchè i contagi costringono all'annullamento la partita del primo turno tra Goias e...

Redazione Il Posticipo

Nonostante una situazione molto preoccupante per quel che riguarda la pandemia di coronavirus, in Brasile il calcio va avanti. E dopo i campionati statali ricomincia il Brasilerao. Anzi, ricomincia per modo di dire, perchè i contagi continuano e costringono all'annullamento di una partita del primo turno a pochi minuti dal calcio di inizio. I protagonisti sono i calciatori del Goias, che avrebbero dovuto esordire contro il San Paolo di Dani Alves. Peccato che, al momento di controllare i test obbligatori per entrambe le squadre, si sia scoperto che ben dieci calciatori del club di Goiânia sono positivi al Covid-19, facendo così saltare il match.

DIECI POSITIVI - Normale, considerando che come spiega Goal ben otto dei dieci giocatori coinvolti erano inseriti nell'undici titolare. Perchè si è scoperto così tardi? Perchè, come ha spiegato il club, i test di metà settimana erano stati spediti alla federazione, ma erano stati considerati non validi perchè non erano stati impacchettati nella maniera giusta. Dunque, i problemi sono spuntati fuori a poche ore dalla partita. I giocatori sono scesi in campo per scaldarsi, non sapendo se avrebbero giocato. Sono state effettuate le controanalisi, che hanno confermato i dieci positivi giusto a dieci minuti dall'orario previsto per il calcio di inizio.

CONTRONALISI - E a quel punto giocare era impossibile, come spiega a SporTV il presidente della commissione medica. "Per non far saltare il match abbiamo aspettato il più possibile, ma quando sono arrivate le controanalisi abbiamo preso una decisione. A quel punto, la salute veniva prima di tutto". E anche il San Paolo, che si è fatto tutta la trasferta senza poi giocare, l'ha presa abbastanza bene, da quanto posta su Twitter. "Il club esprime il suo supporto e infortma che è d'accordo a spostare il match. Non c'è nulla di più importante al momento che pensare alla salute e spiegare alla società l'importanza di prendere qualsiasi precauzione". Certo, magari saperlo prima...