Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Branchini: “Guardiola per ora non si muove dal City. Allegri, un po’ di riposo e poi all’estero”

Branchini spiega cosa può succedere al City. Guardiola non si muove dalla Premier, a meno di un forte ridimensionamento del progetto degli attuali Campioni d'Inghilterra.

Redazione Il Posticipo

Guardiola resta al City, a meno di un ridimensionamento che costringa il tecnico a lasciare la panchina degli attuali Campioni d'Inghilterra. Pensieri e parole di Giovanni Branchini, agente ed intermediario intervenuto ai microfoni di Stadio Aperto su TMW Radio.

GUARDIOLA  - L'interesse intorno al City ruota ovviamente intorno all'immagine di Guardiola. In tanti hanno ipotizzato una partenza del tecnico ma l'agente rassicura i tifosi del City. O infrange i sogni altrui, questione di punti di vista "Guardiola resterà al City in ogni caso. Se lascerà il City lo farà solamente al termine del suo contratto. L'alternativa è che il City possa optare per un ridimensionamento. E solo in quel caso il club potrebbe chiedere ai giocatori più importanti, e ovviamente anche a Guardiola, di andare via. L'avventura in Italia potrebbe piacergli ha tanti amici nel nostro paese, ma al momento è totalmente coinvolto nel progetto anche se non mi sento di poter escludere gli possa piacere allenare in Italia. Comunque Il City ha costruito una realtà molto forte, con connotati precisi. Qualcuno potrà chiedere di andarsene, ma non credo ci sarà una diaspora".

ALLEGRI - Da un possibile futuro al passato della Juventus. Allegri. "Il suo addio alla Juve credo sia stato figlio di una visione differente del momento della squadra. La società ha ritenuto opportuno cambiare e lo ha fatto nel rispetto della cordialità dei rapporti. Credo che Max abbia voglia di riposarsi un po' dopo due decenni di panchina. E poi valuterà diverse soluzioni tutte di prestigio e penso abbia desiderio di provare un 'esperienza all'estero".