Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Brambati in tackle: “Imbarazzante. Al posto di Pirlo altri sarebbero stati cacciati”

L'ex calciatore, oggi procuratore sportivo, non usa mezzi termini.

Redazione Il Posticipo

Il pareggio della Juventus a Benevento non è passato inosservato fra gli addetti ai lavori. Massimo Brambati, ex calciatore e procuratore sportivo, ha commentato a TMW Radio, la situazione della Juventus con parole piuttosto tranchant.

IMBARAZZANTE - Brambati non usa mezzi termini: "In tanti stanno difendendo una situazione che definirei imbarazzante. Pirlo è una scelta della società e ciò non significa che non si possa dire che abbia sbagliato. Magari fra due o tre anni sarà il miglior allenatore del mondo e glielo auguro ma con questi risultati molti altri sarebbero stati cacciati". Tanto per non fare nomi. "Sarri dopo tre pareggi di fila con certe squadre sarebbe stato mandato via".

CR7 - La sensazione è che la Juventus sia Ronaldo dipendente. "Le squadre ormai sono composte da 25 elementi. Non credo che si possa associare al Benevento. Quando si gioca in Champions o in campionato e si ritiene che la partita sia facile, non sarà mai così. Il calcio non si gioca con le figurine. Acquistare Ronaldo può aiutare la squadra ad arrivare sin in fondo ma anche gli altri devono contribuire alla causa".

PROGETTO - Brambati non sposa neanche l'idea di un momento di transizione legato al rinnovamento: "La Juventus non ha più costruito. Si è fermata al settimo scudetto. Occorre capire il perché di certe scelte. Coman è stato ceduto al Bayern ed oggi è uno dei migliori al mondo. Vi sono delle scelte errate a livello tecnico, non vi è stata una prosecuzione del progetto. Capisco che sia stata un'annata anomala e un mercato altrettanto particolare, ma non vedo un progetto".