Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Braithwaite complica i piani del Barcellona: vuole 5 milioni per andarsene…

Braithwaite complica i piani del Barcellona: vuole 5 milioni per andarsene… - immagine 1
Le richieste preoccupano il Barcellona che rischia di avere in casa e, soprattutto, a libro paga, un calciatore scontento e inutilizzabile. Maiorca alla finestra.

Redazione Il Posticipo

Braithwaite è arrivato al Barcellona a febbraio 2020. Da allora, ha fornito il suo onesto contributo in relazione a quanto richiestogli. Nel suo ruolo di centravanti part - time non se l'è cavata neanche troppo male. 58 partite e 10 gol. Abbastanza ma non sufficiente per rientrare nei piani di Xavi. Il tecnico lo ha scartato. E il Barcellona non ha alcuna intenzione né possibilità di pagare stipendi a chi non fa parte del progetto.  Secondo quanto riportato da Marca, non sarà però così facile "liberarsi" del danese che sta creando più di qualche problema al club.

TRATTAMENTO

Martin Braithwaite è da tempo ai margini. Non è andato in tournée negli Stati Uniti, né è stato convocato per le prime due partite in campionato. E ha persino  saltato l' amichevole contro il City. Il danese è stato invitato a trovarsi una squadra. Ci sarebbe anche qualche club interessato, come il Maiorca. Tuttavia occorre prima risolvere la questione contrattuale che lega il calciatore al Barcellona. Braitwhite non è stato contento del trattamento ricevuto (eufemismo) e dunque ha avanzato delle richieste per lasciare il club. Vuole avere la cinque milioni di euro di risarcimento in virtù dei due anni di contratto che gli resterebbero e una liberatoria che gli permetta poi di accordarsi con il Maiorca.

Braithwaite complica i piani del Barcellona: vuole 5 milioni per andarsene…- immagine 2

PREOCCUPAZIONE

Le richieste preoccupano il Barcellona che rischia di avere in casa e, soprattutto, a libro paga, un calciatore scontento e inutilizzabile. Il danese, a meno di clamorosi sviluppi, ha ormai rotto con la squadra e l'ambiente, considerando anche i fischi piovuti dagli spalti durante il Gamper. Tuttavia le settimane continuano a passare senza che si concretizzi un addio che sembra comunque necessario a entrambe le parti. Lasciarsi senza troppi rancori è la soluzione inevitabile nonché conveniente per ambo le parti, ma si devono trovare le condizioni. Il danese ha posto le sue. Il Barça per ora ha detto no. A Maiorca aspettano.