Bradley è per sempre: Defoe si fa tatuare il nome del piccolo tifoso scomparso un anno fa

Bradley è per sempre: Defoe si fa tatuare il nome del piccolo tifoso scomparso un anno fa

Jermaine Defoe si è tatuato il nome del piccolo Bradley Lowery, morto di cancro lo scorso anno. Il ricordo del bambino super-tifoso non lo abbandona ed è ora sulla sua pelle.

di Redazione Il Posticipo

Il 7 luglio 2017 il cancro aveva la meglio sul piccolo Bradley Lowery. A sei anni, per Bradley, soltanto una cosa contava: il Sunderland. Per questo la squadra aveva accolto un appello e lo aveva fatto avvicinare al club, facendolo partecipare a vari eventi, nonché facendogli dare il calcio d’inizio di una partita. Nel periodo in cui il piccolo aveva vissuto questo sogno per allontanare mente e corpo dalla lotta al neuroblastoma, si era creato un rapporto speciale con un giocatore in particolare, Jermaine Defoe. Che ora, a più d’un anno dalla scomparsa del suo piccolo amico, come riporta il Daily Mail, si è fatto tatuare “Brads” sull’avambraccio destro .

COME SI CAMBIA – L’attaccante ha anche ricevuto un’onorificenza da parte della regina per aver fondato la Jermaine Defoe Foundation, atta a dare sostegno ai piccoli pazienti oncologici di Regno Unito e Caraibi. È stato proprio grazie alla raccolta fondi organizzata dal Sunderland, squadra nella quale allora l’attaccante militava, a dargli la possibilità di stringere un’amicizia che gli ha cambiato la vita. L’ex Newcastle e Sunderland, oggi in forza al Bournemouth, ha legato a tal punto con il piccolo e con la famiglia che alla conferenza di presentazione con la nuova maglia è scoppiato in lacrime perchè in quello stesso giorno il piccolo Bradley se ne andava. L’attaccante è stato vicino alla famiglia del bambino e si è ovviamente recato anche all’estremo saluto.

SULLA PELLE –  E sebbene Defoe non abbia bisogno di un po’ d’inchiostro per ricordarsi del suo piccolo grande amic,o ha deciso di farsi tatuare il suo nomignolo sull’avambraccio. Il calciatore ha pubblicato diverse foto sui propri social media che lo ritraggono nello studio del tatuatore. Defoe ora ha impresso sulla pelle il nome del bambino di cui aveva detto alla BBC “Bradley ha avuto una vita breve ma è riuscito a cambiare tante vite… compresa la mia”. Il tatuaggio sarà lì per sempre e il ricordo di Bradley durerà ancora più a lungo. E Defoe, questo, lo sa bene.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy