Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bourabia: “Orgoglioso del Marocco, la sosta non mi spaventa. Questo Spezia è diverso dallo scorso anno”

Bourabia: “Orgoglioso del Marocco, la sosta non mi spaventa. Questo Spezia è diverso dallo scorso anno” - immagine 1
Il Mondiale, per quanto sia una esperienza esaltante, potrebbe lasciare in eredità qualche difficoltà a chi l'ha giocato e anche a chi è stato fermo. Il centrocampista non appare particolarmente preoccupato. 

Redazione Il Posticipo

Bourabia e il Marocco. Un rapporto fortissimo. Il calciatore dello Spezia, rientrato dalle vacanze, segue con enorme attenzione le vicende legate allea nazionale ma resta anche concentrato sul suo ruolo. Continuare a essere determinante per i liguri come prima della sosta mondiale. Le sue parole sono riprese da una intervista rilasciata alla Cittadellospezia.

RICOMINCIAMO

—  

Lo Spezia migliore di sempre nella massima serie vuole riprendere esattamente da dove ha lasciato. A distanza di sicurezza dalla zona calda della classifica.  "La sosta ci è servita per riposare un po'. Ovviamente ho seguito da vicino le imprese del Marocco. Sono orgoglioso dei loro risultati, vedremo sin dove arrivare ma è già stato fantastico. A livello personale ho approfittato della sosta per passare qualche momento in più in famiglia. A livello fisico sto benissimo ma credo che posso ancora raggiungere qualche step in più. Vedremo nei prossimi mesi, intanto dovremo proseguire sul solco tracciato in questo inizio di campionato. L'inizio è stato positivo perché con il mister è scoccata immediatamente la scintilla. Ha trovato il metodo di lavoro e di gioco congeniale alle caratteristiche della rosa, dunque i risultati sono la naturale conseguenza. Anche se dobbiamo migliorare in fase realizzativa".

Bourabia: “Orgoglioso del Marocco, la sosta non mi spaventa. Questo Spezia è diverso dallo scorso anno” - immagine 1

PROSPETTIVA

—  

Il Mondiale, per quanto sia una esperienza esaltante, potrebbe lasciare in eredità qualche difficoltà a chi l'ha giocato e anche a chi è stato fermo. Il centrocampista non appare particolarmente preoccupato.  "La pausa non mi preoccupa più di tanto, sin dai primi allenamenti appare chiaro che la squadra è ancora in condizione. Non credo a grandi stravolgimenti, ma di certo non ci faremo trovare impreparati. Rispetto allo scorso anno la squadra è maturata tanti giovani hanno accumulato esperienza e conoscono la categoria, c'è molta organizzazione e vedo ampi margini di miglioramento. Chiaramente, più giochiamo insieme, meglio applichiamo le direttive del mister. La scorsa stagione è stata davvero complicata, ma questa è iniziata in modo totalmente diversa. Sono contento di essere qui, ho ancora diverso tempo prima di tracciare un bilancio del mio percorso con questo club. Per adesso penso solo ad aiutare il gruppo a centrare l'obiettivo della salvezza nel più breve tempo possibile".