Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Botta e risposta social tra Chilwell e un avversario che…ha fatto a fettine anni fa: “Mi sa che ti devo almeno una birra!”

(Photo by Darren Walsh/Chelsea FC via Getty Images)

Ci sono tanti piccoli aneddoti che dimostrano che in fondo anche i campioni sono stati ragazzi con un sogno, come tanti altri che invece non ce l'hanno fatta. A ricordarlo a Ben Chilwell, difensore del Chelsea e della nazionale inglese, è stato...

Redazione Il Posticipo

Il mondo dei social applicato al calcio è davvero straordinario. Certo, ci sono parecchie brutte storie, tra insulti e minacce di morte da parte di chi si nasconde dietro una tastiera. Ma ci sono anche momenti in cui le distanze tra i big del pallone e i semplici tifosi si annullano. O anche piccoli aneddoti che dimostrano che in fondo anche i campioni sono stati ragazzi con un sogno, come tanti altri che invece non ce l'hanno fatta. A ricordarlo a Ben Chilwell, difensore del Chelsea e della nazionale inglese, è stato un avversario di parecchi anni fa. All'epoca il terzino faceva parte delle giovanili del Leicester City ed era già considerato un talento su cui puntare.

SVINCOLATO - Non il massimo della vita per chi se lo trovava di fronte, come spiega bene Reece Lucas, che nel 2013 con la maglia del Rotherham United ha affrontato proprio i ragazzini delle Foxes. E dal tweet che ha tirato fuori, non gli è andata benissimo: "Ben Chilwell fa a fettine Reece Lucas prima di calciare un rasoterra che si infila all'angolino", recita un post del suo stesso club targato 2013. Lucas deve essersi ricordato di quel momento e ha scritto proprio al terzino dei Tre Leoni con un bel po' di ironia: "Grazie Ben, dopo questa partita mi hanno svincolato e domani mattina mi sveglio alle 5:30 per andare a lavorare. A te come va la vita?". Considerando che ora è al Chelsea, difficile sostenere che vada male.

BIRRA - Anche a Chilwell però non manca il senso dell'umorismo. Infatti l'esterno di Tuchel ha addirittura risposto: "Penso che quando riaprirà tutto ti devo almeno una birra, amico". E Lucas ha già promesso che lo ricorderà all'ex...collega che ha rovinato il suo sogno di diventare un calciatore professionista. Una storia divertente, forse anche insignificante, ma che sottolinea quanto i calciatori, in fondo, siano spesso molto lontani dall'immagine che le persone "normali" hanno di loro. E anche che i social, sia per quello che riguarda il calcio che in generale, possono essere utilizzati per qualcosa di diverso dall'insulto gratuito e dalla violenza verbale. In un periodo come questo, giova sempre ricordarlo...

 (Photo by Neil Hall - Pool/Getty Images 2021)