Bosz e il Leverkusen salutano Havertz: “Non credo che si allenerà ancora con noi”

Kai Havertz sembra a un passo dal vestire la maglia del Chelsea e a confermarlo è lo stesso allenatore del Leverkusen, spiegando che la stellina tedesca difficilmente tornerà dalle Aspirine dopo la nazionale…

di Redazione Il Posticipo

Qualcuno nasconda il libretto degli assegni a Roman Abramovich. Il club di Londra ha avuto il mercato bloccato la scorsa stagione ma ora si sta rifacendo con gli interessi. Il presidente del Chelsea ha già portato diversi fuoriclasse nella capitale inglese ma ora è pronto a sferrare un altro colpo da maestro. Il colpo definitivo, non che debba essere l’ultimo, dovrebbe essere quello di Kai Havertz. Il fenomenale centrocampista tedesco sembra a un passo dal vestire di blu e a confermarlo è lo stesso allenatore del Leverkusen, spiegando che la stellina tedesca difficilmente tornerà dalle Aspirine dopo la nazionale…

ADDIO – Peter Bosz è impegnato nella preparazione della prossima stagione del Bayer Leverkusen e cerca di tenere d’occhio il mercato gestito da Rudi Völler.  In questa strana estate post lockdown il mercato e la preparazione stanno subendo cambiamenti in date e modalità. Tuttavia, nelle conferenze stampa, i giornalisti fanno le stesse domande degli altri anni. Come riporta Goal , Bosz ha risposto sommessamente: “Purtroppo, la nostra rosa non è ancora determinata. Ma non mi aspetto di vedere più Kevin Volland e Kai Havertz allenarsi con noi”. Insieme alla vicenda Havertz, infatti, il Leverkusen è a un passo anche dall’ufficializzare la cessione dell’attaccante Volland al Monaco.

SEMI-UFFICIALE –È possibile che altri giocatori cambino squadra e dovremo portare anche qualche nuovo giocatore in squadra”. Insomma, se il suo allenatore, o ex potremmo ormai dire, dice di non aspettarsi di rivederlo si può considerare il suo trasferimento semi-ufficiale. Tra l’altro, a benedire il passaggio di Havertz al Chelsea c’è lo stesso giocatore di cui è ritenuto erede, l’ex Leverkusen e Chelsea Michael Ballack: “È un giocatore che Lampard aiuterà molto nel proprio sviluppo proprio perché anche lui era un centrocampista con il vizio del gol che si muoveva sempre in zone pericolose e pronto a finalizzare”. Le Aspirine beneficeranno di un tesoretto di almeno 90 milioni dalla cessione del talento che potranno reinvestire sul mercato. E chissà che il primo nome su cui fiondarsi non sia il romanista Schick.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy