Bosz attacca Lampard: “Non capisco che intenzioni abbia con Havertz”

Nelle ultime quattro partite, quando in teoria gli incontri ravvicinati farebbero supporre un turnover abbastanza importante, il tecnico ha inserito il tedesco, costato 80 milioni, solo per spezzoni di neanche venti minuti. E più di qualcuno comincia a chiedersi se non ci sia qualcosa che non va. Compreso il suo ex allenatore…

di Redazione Il Posticipo

Ottanta milioni di euro di cartellino, una cifra abbastanza pesante per tutti. Eppure quando il Chelsea ha acquistato Kai Havertz dal Bayer Leverkusen non c’erano troppe preoccupazioni sul valore del calciatore. Il tedesco aveva già ampiamente dimostrato in Bundesliga e con la nazionale di essere pronto per un top club. E nel mercato…molto teutonico dei Blues sembrava destinato a formare una partnership di tutto rispetto con il connazionale Werner. A metà della sua prima stagione in Inghilterra, però, le cose non vanno come ci si aspettava. E a rovinare tutto, numeri alla mano, ci si è messo…il Covid-19. Dopo lo stop di inizio novembre, per Havertz è cambiato tutto.

“NON CAPISCO” – Prima di quel momento, Lampard lo aveva sempre schierato titolare in Premier League e in Champions, ma al ritorno dalla pausa delle nazionali la situazione è cambiata. Nelle ultime quattro partite, quando in teoria gli incontri ravvicinati farebbero supporre un turnover abbastanza importante, il tecnico lo ha inserito solo per spezzoni di neanche venti minuti. E più di qualcuno comincia a chiedersi se non ci sia qualcosa che non va. Esattamente come fa Peter Bosz, tecnico del Bayer Leverkusen, che conosce benissimo il trequartista del Chelsea. Parlando a The Athletic, l’allenatore olandese è stato molto chiaro: “Capisco perchè il Chelsea ha preso Havertz, ma non capisco che intenzioni abbia Lampard con lui”.

(Photo by Matthew Childs – Getty Images)

DIMIOSTRARE – Sembrerebbe un intervento anche improprio, se non fosse che Bosz è proprio colui che ha trasformato Havertz da un potenziale campione in un top player il cui valore ha sfiorato i 100 milioni di euro. Dunque, qualche titolo per parlare il tecnico ex Ajax in fondo ce l’ha anche… “Comunque Lampard ha fatto bene a difenderlo davanti alla stampa. Ma quando sei un acquisto così importante, devi dimostrare di valere tutti quei soldi. Deve giocare, deve segnare e non fa nessuna delle due cose”. E i tifosi mugugnano, esattamente come stanno facendo nei confronti di Werner, altro acquisto di grido che sta deludendo non poco le aspettative. Ma del resto, non sempre il prezzo del cartellino fa il calciatore. E le scelte dei tecnici non possono dipendere solo da quello…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy