Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bordalas: “Il Barça ha 300 milioni di debito, ma ha Ferran, vuole Morata e annuncia Haaland. Con quali soldi?”

GETAFE, SPAIN - NOVEMBER 10: Manager Jose Bordalas of Getafe CF looks on during the La Liga match between Getafe CF and Valencia CF at Coliseum Alfonso Perez on November 10, 2018 in Getafe, Spain. (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

L'allenatore del Valencia non le manda a dire.

Redazione Il Posticipo

L'allenatore del Valencia, José Bordalás, non le manda a dire al Barcellona. Il tecnico, noto in Spagna per non essere esattamente un diplomatico, non ha lasciato spazio alle interpretazioni analizzando lo scenario del mercato invernale. E si interroga, come riportato dal Mundo Deportivo, sul come sia possibile che i catalani siano così attivi sul mercato.

RINFORZI - Il Valencia ha bisogno di rinforzi, ma la situazione è quella che è, considerata la contrazione del mercato e le possibilità del club. Bordalas però non ci sta e ritiene che non tutti rispettino le regole. E non ha esitato ad alimentare le polemiche legate ai movimenti di mercato del Barcellona. "Il Barça ha un debito di 300 milioni di euro, eppure ha messo sotto contratto  Ferran Torres. E se non ho letto male, l'operazione è costata 55 milioni. E sembra anche che stiano per acquistare Morata. E il loro presidente continua ad annunciare prossimo acquisti, compreso Haaland. Mi chiedo come sia possibile, dove sia finito il concetto di Fair Play Finanziario".

INVESTIMENTI- Il tecnico poi pone l'indice sugli investimenti. "Se un club vuole ambire ad assumere un ruolo da protagonista, deve investire parecchio denaro. Non è una mia impressione ma la realtà dei fatti. Basti pensare al Barcellona. Nonostante abbia ingaggiato un allenatore come Xavi non è riuscita comunque a lottare per la Champions e non riesce ad essere competitiva in campionato. Nel calcio non esistono i miracoli o comunque sono davvero pochi".

PROSPETTIVE - Bordalas, reduce dalla sconfitta contro l'Espanyol nell'ultima partita del 2021 (1-2 maturato negli ultim minuti) ha anche ammesso che la sua rosa necessita di qualche rinforzo. "Vi sono diversi aspetti che stiamo cercando di migliorare sin dallo scorso mercato estivo specialmente in mezzo al campo e alla linea difensiva. Stiamo valutando un centrocampista centrale e un centrale difensivo. Non essendoci riusciti qualche mese fa, a gennaio queste operazioni diventano prioritarie. Ho sentito parlare di Mubarak ma al momento non è un'opzione. È un buon giocatore, può aiutare molto qualsiasi squadra ma questo non significa che verrà. Non conosciamo la sua situazione contrattuale, fra l'altro è impegnato in Coppa d'Africa. Ci sono tanti altri calciatori in giro".