Bojan, l’Europa chiama: per l’ex Roma e Milan offerte dalla Ligue 1

Bojan Krkic è stato tante cose nella sua vita: è cresciuto nella Masia ed è stato ribattezzato il “nuovo Messi”, poi si è perso e ha fatto tanta fatica prima di trovare un posto in cui essere felice. Ora però potrebbe lasciare la MLS e tentare di nuovo l’avventura in Europa…

di Redazione Il Posticipo
bojan AC Milan Training & Press Conference - UEFA Champions League

Bojan Krkic è stato tante cose nella sua vita: è cresciuto nella Masia ed è stato ribattezzato il “nuovo Messi”, poi si è perso e ha fatto tanta fatica prima di trovare un posto in cui essere felice. Dopo aver lasciato il Barcellona di Pep Guardiola nell’estate 2011 lo spagnolo classe 1990 è passato alla Roma, poi al Milan, quindi Ajax,  Stoke City, Mainz, Alaves, ancora Stoke City e infine Montreal Impact. Esperienze che  lo hanno fortificato. Bojan però, ad appena trent’anni, non sembra rassegnato all’idea di finire la carriera in MLS. E quindi, dopo le buone prestazioni in Canada, è intenzionato a tornare in Europa a dimostrare di non essere finito.

LIGUE 1 – L’opportunità, del resto, sembra avercela, visto che da quanto riporta L’Equipe ci sarebbero molte squadre in Francia che potrebbero dargli un’opportunità già nel mercato di gennaio, considerando che il contratto dello spagnolo scadrà tra pochi giorni, alla fine dell’anno. Tra le più interessate, spiega il quotidiano francese, il Saint-Etienne, che vuole staccarsi dalle squadre in lotta per la retrocessione e ha individuato nell’ex stella della Masia il calciatore in grado di garantire un salto di qualità all’attacco biancoverde. Ma anche altri club di Ligue 1 potrebbero fare un offerta a Bojan, a cui del resto il campionato francese manca nel curriculum dopo la Liga, la Serie A e la Premier League.

(Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

MLS – Anche se la MLS ha significato parecchio per un calciatore che ha cercato un po’ ovunque la sua dimensione e che alla fine sembra averla trovata oltreoceano. Come ha spiegato lui stesso a Goal lo scorso anno, da quelle parti ha avuto modo di riflettere su una carriera che in fondo non gli ha regalato le gioie che si aspettava: “Oggi vedo tutto diversamente rispetto a quando avevo 17 anni. Tutte le cose brutte che mi sono successe non state così cattive in realtà. Ho imparato da tutto quello che ho vissuto. Sono felice di aver commesso certi errori perché grazie a loro oggi sono quello che sono”. Dopo aver imparato, quindi, per Bojan potrebbe essere arrivato il momento di riprovarci. Del resto, come dimostrano tanti esempi importanti, non è mai troppo tardi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy