Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Boca, è caos con Andrada: lui è bloccato in Ecuador col Covid e la sua compagna viene minacciata di morte!

BUENOS AIRES, ARGENTINA - SEPTEMBER 15: General View of Estadio Alberto J. Armando before a match between Boca Juniors and Estudiantes de La Plata as part of Superliga Argentina 2019/20 at Estadio Alberto J. Armando on September 15, 2019 in Buenos Aires, Argentina. (Photo by Marcelo Endelli/Getty Images)

In Argentina c'è un vero e proprio caso che coinvolge il portiere del Boca Juniors e della nazionale Esteban Andrada, bloccato in Ecuador dopo un match di Libertadores perchè positivo al Covid-19. E sono volate parole grosse...

Redazione Il Posticipo

La pandemia di Covid-19 è diventata purtroppo una compagna quasi inseparabile delle vite di tutti, compresi i calciatori. Che sono continuamente sottoposti a tamponi, ma che non sono certo immuni dal contagio. E che, come tutti, se risultano positivi devono sottostare alle stesse restrizioni dei comuni cittadini. Dunque isolamento e impossibilità di tornare a disposizione se prima non si dimostra che non si è più infetti. Ma che succede se un calciatore viene trovato positivo al Covid-19 mentre non è in patria? E se per giunta questo accade durante una trasferta della squadra? In Argentina c'è un vero e proprio caso che coinvolge il portiere del Boca Juniors e della nazionale Esteban Andrada. E sono volate parole grosse...

BLOCCATO - Ma è meglio mettere un po' di ordine. Andrada, come spiega Olè, è risultato positivo al Covid-19 ai tamponi immediatamente precedenti al match di Copa Libertadores del Boca contro gli ecuadoriani del Barcelona. L'estremo difensore ovviamente non ha giocato, ma ha un problema in più: le autorità argentine non gli permettono di rientrare senza un tampone negativo. Dunque il portiere è bloccato in Ecuador e la sua compagna Nerina non le ha mandate a dire al Boca, accusando il club di averla tenuta all'oscuro della situazione. "Ho parlato più col presidente del Lanus, che si è offerto di aiutarci, che con quello del Boca, che è il club per cui lavora mio marito. È il Boca che lo ha portato in Ecuador, mica eravamo in vacanza io e lui!".

 (Photo by Marcelo Endelli/Getty Images)

MINACCE - Un attacco diretto agli Xeneizes, che però ha avuto ulteriori conseguenze. La compagna di Andrada ha infatti pubblicato sui social dei messaggi in cui presunti "tifosi" del Boca la minacciavano di morte a causa delle sue dichiarazioni. "Fai silenzio. Vuoi morire? Vuoi che qualcuno della tua famiglia faccia una brutta fine? Oggi siamo già passati tre volte sotto casa tua", hanno scritto a Nerina Galasso, con tanto di emoticon con la pistola. Ma le autorità hanno agito dopo la denuncia della donna e sono arrivate le prime segnalazioni. Uno degli account incriminati appartiene a un brasiliano, mentre un altro utente minacciava da Cordoba ed entrambi sono stati denunciati. Una situazione decisamente particolare, soprattutto per il portiere...che ancora non si può muovere.