calcio

Boateng si presenta: “Il miglior giocatore del mondo è Messi”. Ma il suo Twitter dice che…

Chi è il migliore calciatore del mondo? La risposta prevede quasi sempre due nomi. Leo Messi e Cristiano Ronaldo. Ognuno ha la sua preferenza ed è complicato cambiare idea al riguardo. A meno che non si finisca a giocare in una delle due squadre...

Redazione Il Posticipo

Chi è il migliore calciatore del mondo? La risposta, salvo qualche opinione abbastanza rara, prevede quasi sempre due nomi. Leo Messi e Cristiano Ronaldo. Ognuno ha la sua preferenza, che in fondo corrisponde a un determinato modo di vedere il calcio. E quindi è complicato cambiare idea al riguardo, anche se entrambi in campo fanno costantemente di tutto e di più per accaparrarsi più preferenze. Certo, quando si gioca con il Barcellona, non è che ci siano molte possibilità di rispondere senza fare il nome della Pulce. Il che è esattamente quello che ha fatto Boateng nella conferenza stampa di presentazione.

MESSI - "Il miglior giocatore del mondo è Messi. Il migliore di questo mondo e di tutti gli altri mondi. Lo dimostra da dieci anni con tutto quello che ha vinto". Frase prevedibile che risponde a un interesse altrettanto prevedibile, visto che non appena il suo acquisto è stato formalizzato più di qualcuno ha tirato fuori una vecchia intervista in cui Boateng sosteneva di preferire il Real al Barcellona. Almeno il test di lealtà a Sua Maestà Messi, dunque, è stato superato a pieni voti. Ma l'ex calciatore del Sassuolo l'ha sempre pensata così? O la sua è una risposta chiaramente influenzata dalla inaspettata e gratificante situazione in cui si trova ora, con addosso la maglia del Barça?

TWITTER - A risolvere il mistero ci pensa, ovviamente, il profilo Twitter di Boateng. Che in data 15 giugno 2018 riporta una testimonianza abbastanza inequivocabile al riguardo. Una bella foto di CR7 con una didascalia che lascia poco spazio alle interpretazioni: THE BEST. Cosa aveva combinato quel giorno il portoghese? Beh, aveva appena segnato una tripletta contro la Spagna nella prima partita del mondiale, chiudendo il tris con una punizione pazzesca che lascia di stucco De Gea. Comprensibile, dunque, l'euforia pubblica di Boateng, che di certo non si aspettava che qualche mese dopo sarebbe finito al Camp Nou accanto all'altro che si gioca il titolo di migliore al mondo. Del resto, un tifoso neutrale può godersi entrambi, no? Sì, ma adesso andarlo a spiegare ai supporter blaugrana potrebbe essere molto complicato...