Blatter a tutto campo: “Maradona andava punito nel ’94. Messi è il migliore, Ronaldo è robotico. E su Infantino…”

Blatter a tutto campo: “Maradona andava punito nel ’94. Messi è il migliore, Ronaldo è robotico. E su Infantino…”

L’ex presidente della FIFA si racconta oggi che il calcio è alle spalle dopo averne fatto parte per una quarantina di anni. Perché Maradona andava punito, perché Messi è meglio di CR7 e perché Infantino ama così tanto la politica: Blatter spiega tutto.

di Redazione Il Posticipo

Joseph Blatter, l’uomo che ha gestito la FIFA per 17 anni, non si tira indietro e ne ha davvero per tutti. Dopo 41 anni dedicati al corpo direttivo del calcio mondiale, l’83enne svizzero si gode il suo riposo forzato dopo gli scandali legati al Mondiale 2022 e si è raccontato ai microfoni di Infobae. Maradona, Messi e Infantino: per ciascuno di loro Blatter ha qualcosa da raccontare. Al capitano del Barcellona però è andata decisamente meglio rispetto agli altri due.

DOPING – L’ex presidente della FIFA ha raccontato che cosa è successo ai Mondiali di Usa ’94: oggi Blatter sostiene di aver trattato il doping di Maradona come quello di qualsiasi altro giocatore. “Era stato sorteggiato Maradona per il controllo dopo la vittoria dell’Argentina contro la Nigeria 2-1. Un’infermiera bionda prese per mano El Pibe. Dopo l’esito io sono intervenuto per decidere subito che cosa fare anziché posticipare questa cosa dopo la Coppa del Mondo. Maradona doveva essere sanzionato. Non ne ho più parlato con Maradona, ci siamo incontrati alcune volte. Non me l’ha mai chiesto e non ho mai detto niente. El Pibe è stato trattato come qualsiasi altro giocatore”.

MESSI – Oggi Blatter preferisce l’argentino a Cristiano Ronaldo, panche se questo gli costerà una reazione aspra da parte di Florentino Perez, presidente del Real Madrid. L’ex presidente della Fifa sta con Messi: “L’ho detto in passato a una conferenza ad Oxford che Leo e Cristiano sono entrambi molto bravi, ma Messi è il figlio che qualsiasi madre ha sognato mentre Ronaldo è più robotico. Cristiano non l’ha presa bene, nemmeno il presidente del Real che mi ha ribadito che sono un membro onorario del Real. Questa cosa lo ha fatto arrabbiare di più”.

INFANTINO – Blatter non le manda a dire nemmeno a Gianni Infantino, attuale presidente della Fifa: “Platini parla dell’entusiasmo di Infantino per il calcio femminile? La Francia ha trasformato quest’ultima Coppa del mondo in una vera Coppa del mondo mentre Infantino era in Bahrain, in una conferenza di pace, accanto a Jared Kushner, genero di Donald Trump. Cosa ci fa il capo del calcio mondiale di calcio in una riunione di politica economica? Coltiva le sue amicizie e penso che gli piaccia troppo la politica in generale, come ha detto Alexandere Ceferin, presidente della Uefa. Il calcio però deve restare immune dalle ingerenze politiche”. Blatter ne ha davvero per tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy