Black Lives Matter, Rio Ferdinand: “Il calcio può svolgere un ruolo importante per il cambiamento”

Black Lives Matter, Rio Ferdinand: “Il calcio può svolgere un ruolo importante per il cambiamento”

L’ex difensore del Manchester United ha affrontato diversi temi  analizzando gli scenari legati alla ripresa e al movimento “Black lives matter”.

di Redazione Il Posticipo

Rio Ferdinand a tutto campo. L’ex difensore del Manchester United ha affrontato diversi temi in una intervista riportata dal Sun analizzando gli scenari legati alla ripresa e al movimento “Black lives matter”.

CULTURA – Alla base di tutto secondo Ferdinand, serve la cultura. “Il movimento Black Lives Matter sta diventando qualcosa di enorme. Credo che la presa di coscienza possa trasformarsi in un gioco da ragazzi, proprio perché l’istruzione è la chiave per aprire le porte di una rivoluzione culturale. In questo senso il calcio può svolgere un ruolo importante nel garantire un cambiamento duraturo nella nostra società anche se si può fare sempre qualcosa di più”.

RIPRESA – Ferdinand  torna a parlare di calcio. “C’è stato un momento in cui non riuscivo a intravedere la ripartenza, ma il mondo aveva cose più importanti di cui preoccuparsi. Ho pensato che la stagione sarebbe stata annullata, ma la Germania ha indicato la via giusta. Probabilmente ci saranno più infortuni. Non sarà facile per i giocatori entrare subito in una routine di due o tre partite a settimana. Si sono mantenuti in forma a casa, ma non è la stessa cosa. Si possono percorrere centinaia di miglia sul tapis roulant ma non puoi replicare i movimenti in campo. Credo che comunque il Liverpool meritasse il titolo. Non devi essere un loro tifoso per apprezzarli. anche se fa male a uno come me…”

MANCHESTER – Ogni riferimento allo United non è casuale: “Credo che possa arrivare fra le prime quattro. Lo United era in una buona condizione quando la stagione  si è fermata aveva appena battuto il Manchester City non molto tempo dopo aver vinto con il  Chelsea. Io non ho mai perso la fiducia in Ole nonostante tutte le critiche che stava ricevendo. Credo in lui. Farà un buon lavoro. E poi non dimentichiamo l’Europa League”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy