Birmingham, spunta CR7 e il centro commerciale impazzisce: ma non è come sembra…

Birmingham, spunta CR7 e il centro commerciale impazzisce: ma non è come sembra…

Folla urlante, richieste di autografi, ressa incontrollabile. Non è così sorprendente che, all’apparizione di Cristiano Ronaldo, un intero centro commerciale sia impazzito. Peccato che la struttura in questione fosse a Birmingham e quello…non era CR7.

di Redazione Il Posticipo

Scene di ordinarie follia. Folla urlante, richieste di autografi, ressa incontrollabile. Un grande classico quando un campione del calcio decide di farsi un giro. Essere celebri non ha solamente i suoi lati positivi e i calciatori lo sanno benissimo. Tra i problemi della fama c’è sicuramente l’impossibilità di andarsi a fare un giro senza essere riconosciuti e presi d’assalto. E anche quando si va…in incognito non è che la questione sia poi così diverso. Non è dunque così sorprendente che, all’apparizione di Cristiano Ronaldo, un intero centro commerciale sia impazzito. I problemi però sono due: la struttura in questione è a Birmingham e quello…non era CR7.

SCHERZO RIUSCITO – In effetti qualche dubbio da quelle parti potevano anche farselo venire, considerando che il fenomeno portoghese non aveva alcuna ragione per essere finito in un centro commerciale nelle West Midlands. Soprattutto in un periodo in cui, tra Serie A e Champions League, la Juventus non ha un attimo libero. Ma, come riporta Birmingham Live, quasi nessuno si è chiesto cosa ci facesse il cinque volte Pallone d’Oro da quelle parti. E tutti hanno preferito chiedere autografi e foto a Cristiano Ronaldo. Anzi, a un suo sosia, protagonista dello scherzo organizzato dallo youtuber TolaTheKurd. Scherzo che ha funzionato alla perfezione.

APPARIZIONI – È infatti bastato spargere la voce che il portoghese fosse al Bullring per far sì che una folla emozionata si radunasse intorno al Cristiano Ronaldo di Birmingham, preso d’assalto da richieste di selfie e da abbracci di grandi e piccini. Del resto, non è certo la prima volta che apparizioni casuali del fenomeno di Funchal (o di suoi sosia sempre più somiglianti) creano il panico. Qualche tempo fa un misterioso freestyler ha ammaliato le strade di Torino, facendo credere che il portoghese avesse deciso di farsi una passeggiata mascherato da clochard, come aveva già fatto anni prima. Per non parlare di quando nel 2018 Armando Izzo è arrivato all’aeroporto di Caselle e alcuni tifosi lo hanno scambiato per il bianconero, prendendolo d’assalto. Insomma, a volte non è necessario che ci sia il vero Cristiano Ronaldo per far impazzire la folla…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy