Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bilardo: “Quando ho detto che Diego sarebbe stato il capitano della nazionale mi volevano ammazzare!”

Bilardo: “Quando ho detto che Diego sarebbe stato il capitano della nazionale mi volevano ammazzare!” - immagine 1
Diego Armando Maradona. Uno la cui leadership non poteva essere messa in dubbio. O forse sì? A sentire il commissario tecnico dell’epoca, Carlos Bilardo, non è che la nomina del Diez a capitano della nazionale sia stata un affare troppo...

Redazione Il Posticipo

L’Argentina del 1986 che vince i mondiali in Messico? Una squadra composta di calciatori di carattere, magari tecnicamente non validi come quelli di altre edizioni dell’Albiceleste, ma che certamente sono stati gli accompagnatori perfetti di un primo violino d’eccezione come Diego Armando Maradona. Uno la cui leadership non poteva essere messa in dubbio. O forse sì? A sentire il commissario tecnico dell’epoca, Carlos Bilardo, non è che la nomina del Diez a capitano sia stata un affare troppo tranquillo. È quello che emerge dalla serie “Bilardo, il Dottore del Calcio”, prodotta da HBO. Le interviste fatte al tecnico nel corso degli anni e gli interventi degli altri protagonisti dell’epoca spiegano che per quanto Maradona fosse Maradona, i problemi non sono mancati…

MI VOLEVANO IMPICCARE”

Basta considerare che, come spiega sua moglie Gloria, Bilardo non è stato il benvenuto quando è diventato CT al posto di Menotti, che aveva portato la nazionale al titolo mondiale nel 1978. “Non lo volevano, la cosa peggiore è che non lo volevano, non potete neanche immaginarlo”. Bilardo ci mette del suo per inimicarsi i calciatori: la sua teoria per cui l’Argentina è…Maradona e altri dieci non prende molto piede. “Nel 1983 sono andato a vedere Diego e gli ho detto che sarebbe stato il capitano della nazionale. Sono tornato in Argentina e ho spiegato che Maradona sarebbe stato l’unico titolare fisso e il capitano della squadra. Sono dovuto fuggire dal paese per dieci giorni. Volevano ammazzarmi, volevano impiccarmi”. Una reazione che il CT non si aspettava. “Non capivo come facessero a non capire”.

IL MARADONA DEL 1986

A spiegare il perché arriva uno degli altri protagonisti di quel mondiale: Burruchaga. L’ex centrocampista sottolinea come nel momento della decisione di Bilardo, Diego stesse vivendo uno dei suoi momenti più complicati… “Quel Maradona non era il Maradona del 1986. Ed era stato molto criticato dopo il Mondiale del 1982. È stato un colpo da maestro da parte di Bilardo”. Che nonostante le critiche, porta avanti il suo piano. Il risultato, con il Diez che alza la coppa (dopo aver segnato il gol del secolo durante il torneo), ha dato decisamente ragione all’ex CT…