Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Biglietti introvabili e bagarini in azione: tifosi argentini furiosi con la AFA

Biglietti introvabili e bagarini in azione: tifosi argentini furiosi con la AFA - immagine 1
La tesi più gettonata fra chi protesta è che i biglietti siano ceduti a persone vicini ai club che poi li rivendono per fare soldi.

Redazione Il Posticipo

A poche ore dalla finale tra Francia e Argentina tra i tifosi argentini cresce la rabbia. Come riportato da RMC molti di loro si sono ammassati da giovedì sera davanti all'hotel Al Jassim Tower, dove alloggiano i membri della federazione argentina (AFA). Protestano contro la rivendita di biglietti a prezzi troppo alti e parlano di false promesse.

BIGLIETTI

—  

Il problema è nei biglietti. Introvabili. Oppure rivenduti a prezzi inaccessibili. Secondo le loro testimonianze, i funzionari dell'AFA avrebbero assicurato loro che i preziosi tagliandi (circa 10.000) sarebbero stati messi a disposizione sulla falsariga di quanto è accaduto con i tifosi del Marocco che, addirittura, non hanno neanche dovuto mettersi le mani in tasca per avere i preziosi tagliandi. Poco o nulla, dunque, è andato secondo le attese e ciò ha messo a dura prova la pazienza dei tifosi. E alla luce di quanto è accaduto, complice anche il diffondersi di bagarini che vendono il titolo d'accesso a prezzi anche quadruplicati. Quanto basta per scatenare accuse ai vertici dell'AFA tacciati di corruzione e clientelismo. Secondo quanto riportato, i costi arrivano sino ai 4700 rispetto ai 750 che dovrebbero permettere di averli.

Biglietti introvabili e bagarini in azione: tifosi argentini furiosi con la AFA - immagine 1

REAZIONI

—  

Inevitabili, le reazioni assai contrariate di chi ha attraversato l'oceano convinto di poter assistere alla sfida con la Francia. Come nel caso di un tifoso che è partito lasciando moglie e figli in Argentina per raggiungere il Qatar. C'è chi è arrivato a vendere alcuni beni personali pur di essere a Doha. In tanti sostengono di essere a conoscenza di chi ha i biglietti e in quale albergo risieda. E soprattutto di come stia gestendo la dote. La tesi più gettonata fra chi protesta è che i biglietti siano ceduti a persone vicini ai club che poi li rivendono per fare soldi. Resta da capire quanto i tifosi siano disposti a pagare e sopportare pur di vedere l'ultima partita di Messi ad un Mondiale.