Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bielsa…si arrende: “Guardiola fa magie, mi sono rassegnato al fatto che non riuscirò mai a copiarlo”

(Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

Marcelo Bielsa, tecnico del Leeds. Uno che chiamano "El Loco" e per ottime ragioni, visto il suo stile molto sui generis. Eppure persino Bielsa, tra i tecnici più imitati (con diverse gradazioni di successo, va detto) del mondo, ha qualcuno da...

Redazione Il Posticipo

“Probabilmente è la persona che ammiro di più nel mondo del calcio, come allenatore e come persona. Penso sia il tecnico più genuino di tutti i tempi, il modo in cui gestisce le sue squadre è unico. Nessuno può imitarlo, è impossibile, soprattutto per quello che riguarda il suo comportamento fuori dal campo e per quello che riguarda il rapporto con i media". E poi ancora; "Sono stato fortunato, non lo vedo spesso ma quando ho il piacere di incontrarlo è sempre fonte di ispirazione per me". Parole di Pep Guardiola che riguardano Marcelo Bielsa, tecnico del Leeds. Uno che chiamano "El Loco" e per ottime ragioni, visto il suo stile molto sui generis.

MAGIE - Eppure persino Bielsa, tra i tecnici più imitati (con diverse gradazioni di successo, va detto) del mondo, ha qualcuno da cui prendere ispirazione. E, paradossalmente, si tratta proprio di Guardiola. Come ha spiegato a DAZN l'allenatore del Leeds, sarà anche vero che in carriera Pep non ha mai nascosto la sua ammirazione per l'argentino, ma la cosa è assolutamente reciproca. E anche in questo caso, è impossibile cercare di replicare le idee del catalano. "È un uomo in grado di fare magie. Quello che lui sa fare è difficilissimo per me da copiare, ormai mi sono rassegnato al fatto che non ci riuscirò. Ma ho una grandissima ammirazione per il suo lavoro". Che non potrà che crescere ulteriormente in caso di vittoria del City in Premier, in Champions o...in entrambe le competizioni.

AMORE - Del resto Guardiola, parlando di Bielsa, ha spiegato che i trofei raccontano poco di un allenatore, anche perchè da questo punto di vista il Loco è anni luce indietro rispetto a Pep. E infatti l'argentino concorda, pensando al lato romantico del calcio del catalano, che per l'allenatore del Leeds è una vera e propria dichiarazione d'amore nei confronti del gioco. "Cercare di interpretare tutte quante le novità che Guardiola inserisce all'interno del suo modo di fare giocare le sue squadre è già un modo per innamorarsi del calcio". Insomma, uno scambio di cortesie continuo da parte di due tecnici che, a modo loro, hanno entrambi già fatto la storia. E considerando che il Loco non ha peli sulla lingua e se deve...catechizzare qualcuno lo fa senza problemi, c'è da giurare che questo rispetto sia assolutamente reale...