Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bielsa, Loco ma…non Crazy: “Scusatemi se non parlo inglese, ma non sono riuscito a impararlo e quindi…”

(Photo by Alex Pantling/Getty Images)

In una delle sue classiche conferenze stampa, Marcelo Bielsa ha parlato dei suoi problemi con la lingua di Sua Maestà e ha spiegato perchè preferisce sempre servirsi del suo fidato traduttore...

Redazione Il Posticipo

La Premier League continua a godersi Marcelo Bielsa: più che un tecnico, un'opera letteraria legata al calcio. Un Elogio alla Follia. Non quella incosciente, che porta all'errore. Piuttosto quella lucida, che appartiene ai geni. A volte incompreso, spesso apprezzato, come a Leeds. dove ha riportato lo United in Premier. Destinato comunque a stupire. "El Loco" in carriera ha sempre regalato momenti che hanno cementato il suo mito di tecnico sui generis. L'ultima del Loco? Difficile trovarne una, perchè il tecnico argentino riesce sempre a inventarsi qualcosa di nuovo. Come la conferenza stampa che ha utilizzato per chiedere scusa per una sua mancanza: l'incapacità di parlare bene in inglese e la necessità di lavorare sempre con a fianco il suo fidato traduttore.

INGLESE - Del resto, persino in un paese dove si anglicizza qualsiasi cosa, il Loco è rimasto Loco e non è diventato..."crazy". Anche perchè l'inglese a Bielsa non si riesce proprio a cavarglielo dalla bocca. E come riporta Marca, c'è un motivo ben preciso. "Uno dei miei difetti che ho riscontrato venendo ad allenare qui è il non poter comunicare in una lingua che parla tutto il mondo. E il fatto di non essere riuscito a imparare a parlare inglese è un qualcosa che mi crea problemi, è un qualcosa su cui sono totalmente d'accordo", ha spiegato il Loco a un giornalista che gli chiedeva se la barriera linguistica fosse un problema per l'argentino. E appunto perchè non lo sa bene, Bielsa preferisce non parlarlo.

 (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

PAROLE - "Uno dei compiti più importanti di un allenatore è quello di trasmettere il suo messaggio con le parole, una delle cose a cui ho dedicato più tempo da quando alleno è a parlare bene. Se c'è qualcosa che mi piace moltissimo, è capire il significato e la definizione delle parole. Mi piace dire quello che devo dire in maniera semplice e senza perdere tempo. E visto che già mi risulta difficile farlo in spagnolo, ho preso la decisione di non provare neanche a farlo in una lingua che non è la mia, come l'inglese. Poi sono io il primo a non credere a questa spiegazione, ma la realtà è questa. E devo le mie scuse per non aver imparato l'inglese a quelli che devono ascoltarmi". Insomma, Loco ma fino a un certo punto. Del resto, come sempre...