Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bielsa e il derby: “Nessun clasico eguaglia Rosario-Newell’s. Il calcio senza tifosi conta meno, ma la vita vale di più”

FLORENCE, ITALY - MARCH 09: Marcelo Bielsa manager of OPlympique de Marseille during the "Panchina D'oro season 2013-2014" on March 9, 2015 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Leeds - Sheffield in Premier. Bielsa approccia a modo suo al derby dello Yorkshire.

Redazione Il Posticipo

Torna il derby dello Yorkshire: Leeds e Sheffeld United si ritrovano di fronte in Premier, e Bielsa approccia, come consuetudine, a modo suo al match. Le sue parole sono riportate dal Clarìn.

DERBY - El loco ha pochi dubbi riguardo a una stracittadina o un qualsiasi clasico. E ovviamente la sua preferenza esclude le sfide storicamente più sentite dei grandi campionati.  "Fra tutti i derby che ho visto, allenato o analizzato, non ho mai percepito la stessa  intensità o importanza, per i tifosi della sfida fra  Newell's e Rosario Central". Non che quello dello Yorkshire non sia importante, però Bielsa è affascinato dalla Premier in generale. "Tutte le partite, comunque, hanno dei particolari che le rendono particolarmente attraenti. Quelle che si giocano in Inghilterra, ancora di più". Il discorso si sposta poi sul valore intrinseco della partita. "Lo Sheffield è una squadra che ormai si è consolidata, quindi rappresenterà un ottimo test per noi. Si tratta di una grande opportunità per confrontarci".

TIFO - Sarà comunque una sfida senza tifosi. Le partite si giocheranno ancora a porte chiuse. "In questo senso, la situazione va osservata attraverso una doppia e diversa prospettiva. Il calcio senza tifosi perde qualcosa. Però di fronte ai problemi di salute che compromettono la vita, il calcio non è importante".

APPEAL - Si è discusso anche dell'appeal di Bielsa. E si è diffusa la convinzione che alcuni calciatori abbiano accettato il Leeds solo perché è allenato dall'argentino. "Non penso che qualcosa del genere possa essere vero. I giocatori di solito scelgono le destinazioni e non dipende dagli allenatori. E prova ne è che abbiamo tentato di acquistarne alcuni, ma hanno comunque scelto altri club. Credo che un giocatore che viene a giocare al Leeds, scelga il Leeds e non Bielsa".