Bielsa amaro: “Non erano più forti di noi. Primo tempo dominato”

Il Leeds gioca ma perde la partita contro il Wolverhampton.

di Redazione Il Posticipo

Il Leeds domina in lungo e in largo la partita con il Wolverhampton ma come spesso capita a chi gioca contro i “lupi”, si ritrova ad essere sconfitto. Poche squadre come quelle allenate da Espirito Santo, sanno come concretizzare gli episodi. A Bielsa non resta che la consapevolezza di aver giocato una buona partita anche senza trovare la via del gol. Le sue parole sono riprese dalla BBC.

AMAREZZA – Il tecnico argentino recrimina soprattutto su quanto è accaduto nei primi 45′. “Avremmo  dovuto fare la differenza nel primo tempo. Nella seconda frazione la sfida è stata un po’ più equilibrata anche se ho avuto la sensazione che li avremmo potuti mettere spesso in difficoltà. Abbiamo creato abbastanza opportunità per portarci in vantaggio ma non siamo stati in grado di concretizzarle”.

AUTOCRITICA – Una sconfitta che non mina l’autostima. Bielsa è anche autocritico. “Non credo di aver giocato contro una squadra tanto migliore di noi. I nostri avversari però sono stati abili nel neutralizzare il nostro gioco. La partita è stata molto dura, molto fisica e ci sono state molte interruzioni. Possiamo dire che sia stata una partita abbastanza controversa da decifrare anche perché c’è stata molta fisicità. E in una partita che si ferma così spesso, diviene complicato produrre gioco. Non possiamo negare, però, che abbiamo avuto anche tutto il secondo tempo per cercare di vincere la partita. E nella ripresa non siamo riusciti a trovare la porta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy