Bidone d’oro 2017: Inter strafavorita….

Chi vincerà il Bidone d’oro 2017? Inter favoritissima con diversi uomini candidati alla vittoria finale. I nerazzurri potrebbero anche fare incetta di medaglie…

di Redazione Il Posticipo

A sgradita richiesta, come ogni anno, arriva il premio meno ambito dai calciatori. E c’è un’Inter che parte in prima fila. I nerazzurri sono competitivi per il vertice in serie A, ma, complice la disastrosa stagione appena trascorsa, si presentano da strafavoriti in vista del premio “Bidone d’Oro 2017”. L’ “albo d’oro”, del resto, premia spesso e volentieri i nerazzurri. Non esattamente un’ottima notizia in vista del mercato, considerando la pericolosa tendenza al…bidone.

I favoritissimi arrivano da Milano

L’Inter, dunque punta a confermarsi dopo aver fatto incetta di premi. Lo scorso anno il “titolo” fu appannaggio di Geoffrey Kondogbia. Acqistato dal Monaco per quasi 40 milioni di euro e accolto che neanche Pogba, gioca una stagione disastrosa, condita con un’estate alla…macchia. Si assenta e non si presenta all’allenamento pur di andare via. A Valencia ritrova una seconda possibilità e adesso è ritornato un giocatore di livello. In Spagna lo ha accompagnato Murillo, altro candidato al bidone d’oro insieme a Banega. C’è anche l’altra sponda dei Navigli in corsa e sempre in Spagna. É Carlitos Bacca, salutato senza troppi rimpianti dal Milan. Il Grande Favorito, però, è in Portogallo, ma potrebbe ritirare il premio a Milano. Proprio lui, Gabigol, in odore di rientro (neanche troppo gradito) sotto l’albero. Un pacco-bidone di Natale.

Gli outsider per il Bidone d’Oro

Inter grande candidata alla vittoria finale. I nerazzurri potrebbero aggiudicarsi oro, argento e bronzo. A meno che, dalla seconda fila non giunga un outsider che ribalti il pronostico. Occhio alla Roma che propone un duetto mica male: Vermaelen, che ha azzoppato più compagni in allenamento che avversari in campo. e Iturbe, che dopo una sfortunata parentesi a Torino, ha trovato una collocazione in Messico, dove continua a stupire sbagliando gol a porta vuota e specializzandosi nella sua caratteristica migliore, il crash-test. Testa bassa, e sbattere regolarmente contro il muro difensivo. Qualche possibilità anche per Paletta, Maksimovic e Posavec, il portiere del Palermo che ha collezionato più papere di un cacciatore nelle pampas.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy