Bernat sogna la rivincita contro Hoeness: secondo il tedesco, il terzino del PSG al Bayern….”giocava di m***a”

Bernat sogna la rivincita contro Hoeness: secondo il tedesco, il terzino del PSG al Bayern….”giocava di m***a”

Juan Bernat, dopo cinque anni non proprio luminosi nel Bayern Monaco, si ritrova adesso ad essere uno dei migliori uomini del Paris Saint-Germain. E considerando che le tedesche in questa Champions League sono la sua vittima preferita, ora tremano proprio i bavaresi, visto che con Hoeness c’è…un conto aperto.

di Redazione Il Posticipo

Cambiare aria, ogni tanto, può risollevare una carriera. Chiedere a Juan Bernat, che dopo cinque anni non proprio luminosi nel Bayern Monaco, si ritrova adesso ad essere uno dei migliori uomini del Paris Saint-Germain. La squadra francese è arrivata a giocarsi la finale dopo tanti anni di spese folli e sulla sinistra ci sarà proprio lo spagnolo, che ha anche segnato la rete decisiva per il passaggio del turno contro il Borussia Dortmund. Le tedesche sono la sua vittima preferita, considerando che ha colpito anche il Lipsia in semifinale. E adesso sulla sua strada…trema la squadra che in lui non ha creduto. I bavaresi sono l’ultimo ostacolo tra lui e la Champions League. Ma anche l’occasione di prendersi una rivincita non da poco nei confronti di uno dei suoi…nemici.

PASSATO – Il passato, è vero, è alle spalle. Adesso può dirlo Bernat, che in realtà ai tempi del Bayern non ha mai fatto disastri. Ma non ha neanche mostrato all’Europa ciò che ci si aspettava da lui. Portato in Germania su espresso desiderio di Guardiola, con il tecnico catalano era pronto a trasformarlo in uno dei suoi punti di forza. Una missione non riuscita all’attuale tecnico del Manchester City, causa, comunque, anche l’infortunio che ne ha condizionato il secondo anno in Germania. Con l’addio al Bayern di  Guardiola, Bernat esce dagli schemi, fino a non essere più preso in considerazione.

RISPOSTA – E quando viene ceduto al Paris Saint-Germain, viene apostrofato dal suo ex presidente Hoeness, proprio riguardo le sue prestazioni in Champions, che secondo il tedesco sono costate spesso l’eliminazione al Bayern. “Bernat è stato ceduto perché giocava di m***a”ha sentenziato non proprio oxfordianamente, il dirigente dei bavaresi, riportato dalla Bild. L’arrivo al PSG è stato dunque una benedizione e, vedendo i risultati, non può che essere felice anche la squadra francese. Se ha la possibilità di giocarsi la finale, buona parte dei ringraziamenti vanno allo spagnolo. Che forse, in fondo, così male…non gioca.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy