Bernardo Silva auspica un cambio di presidenza per il Benfica e l’allenatore risponde: “Che ingrato, lo abbiamo aiutato a diventare quel che è”

Bernardo Silva, ex giocatore e tifoso del Benfica, scrive una lettera sui social auspicando un cambio di presidenza per il club. L’allenatore Jorge Jesus, però, non la prende per nulla bene…

di Redazione Il Posticipo

Lasciare la propria città e la propria squadra del cuore non deve essere facile. Tuttavia, un giocatore di talento, molto ambizioso e che non sente la fiducia di un allenatore può decidere di farlo. È la storia di molti calciatori e oggi torna sulle cronache sportive quella legata a Bernardo Silva. L’ex giocatore e tifoso del Benfica scrive una lettera sui social auspicando un cambio di presidenza per il club. L’allenatore Jorge Jesus, però, non la prende per nulla bene…

Il TWEET – Silva si è schierato contro l’attuale presidenza di Luis Filipe Vieira su Twitter. “Credo davvero che il Benfica meriti e abbia bisogno di un cambiamento. Un cambiamento in meglio e che possa riportare il Benfica a livello internazionale. Più ambizione, serietà, trasparenza e concorrenza. E le elezioni sono il modo migliore per garantire che il Benfica rimanga sulla strada giusta. Che vinca il miglior candidato, noi saremo qui per sostenerti, sempre con spirito critico e con le esigenze imposte dall’essere Benfica“. Così twitta l’ala del City. Jorge Jesús, l’allenatore del club che lo ha lanciato non ha apprezzato, come riporta AS.

CEBOLINHA –Per molti anni non ho voluto parlarne. Il presidente del club lo ha aiutato a crescere. È molto ingrato. Il peggior difetto che un uomo possa avere è quello di essere ingrato. Per quanto abbia un’idea diversa, e ce l’ha, non può essere ingrato. Sono stato il suo allenatore al Benfica e sono stato io a portarlo in prima squadra“. Silva scalpitava, Jesús aveva le sue gerarchie e l’impazienza del giovane lo porta a accettare un’offerta del Monaco dopo i colloqui con l’allenatore e il presidente. Nonché qualche polemica per qualche allenamento da terzino. “Anche Cebolinha si è allenato come terzino sinistro per imparare a difendere“.

VIEIRA – Anche il presidente Vieira si è espresso. “Sicuramente non è stato lui a scrivere quel messaggio. È impensabile. Continuerò a sostenerlo ovunque sia perché è un ragazzo che nessuno può mettere in discussione. Ora, non sa quale sia la realtà attuale il Benfica, altrimenti non avrebbe pubblicato quel messaggio. È molto ingiusto e sono molto ferito“, ha detto il presidente a Rádio Renascença. E le polemiche sono destinate a continuare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy